Cronaca

Congedo: "Caduta nel vuoto precedente interrogazione"

Già il 14 aprile scorso a seguito di un incendio sviluppatosi nel reparto di chirurgia Plastica del "Vito Fazzi" di Lecce, il consigliere regionale del Pdl aveva chiesto adeguamenti alle normative

vito_fazzi_lecce-23

LECCE - Saverio Congedo esprime rammarico. "E' caduta nel vuoto una mia precedente interrogazione", dice oggi, a margine dell'incendio sviluppatosi nell'ospedale del capoluogo. Già "il 14 aprile scorso a seguito di un incendio sviluppatosi nel reparto di chirurgia Plastica del "Vito Fazzi" di Lecce, in un'interrogazione al presidente della Regione ed all'assessore alla Salute evidenziavo il mancato adeguamento alle norme di sicurezza presso tutti gli ospedali salentini, non a caso privi dei doverosi certificati anti-incendio", spiega il consigliere regionale del Pdl.


"Questa mattina il fuoco è tornato a divampare al "Vito Fazzi", questa volta nel reparto di ostetricia e ginecologia. Se ne deduce che, ad oggi, la situazione è rimasta tale e quale - prosegue - , con annessa permanenza dei rischi ad essa connessi, a conferma dello stato complessivo di degrado e di abbandono in cui versano i nostri servizi sanitari. Di qui - conclude - la necessità di un nuovo, più fermo appello a rompere una devastante inerzia che spero di non dover attendere un altro incendio, con tutte le sue incognite, per tornare a denunciarla".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congedo: "Caduta nel vuoto precedente interrogazione"

LeccePrima è in caricamento