Coniglietti di cioccolato, pesce e mangime per animali: tutto scaduto. Sequestri in città

Sono 115 le confezioni di latta finite nelle mani della polizia locale, assieme a 40 chili di prodotti ittici. Multe per oltre 3mila euro, denunciati i negozianti

Foto di repertorio

LECCE - Un supermercato in periferia con l’insegna di una nota catena nazionale ed un mini-market gestito da cittadini stranieri nella zona della stazione ferroviaria sono incappati nella rete dei controlli effettuati dalla polizia locale, nell’ambito dell’attività a tutela della salute dei consumatori. A distanza di pochi giorni, nei due esercizi commerciali di generi alimentari è emersa la presenza sugli scaffali o nei congelatori di prodotti scaduti, privi di etichettatura o senza informazioni in lingua italiana, e conservati in condizioni igienico-sanitarie carenti.  Wurstel, pesce congelato intero o in tranci per essere venduto, mozzarelle, barattoli di pomodorini e di melanzane trifolate.

E, ancora, coniglietti di cioccolato, confezioni di mentine e lecca-lecca e, persino, scatole di mangimi per pappagallini: in tutto 115 confezioni di latta, vetro e cartone contenenti prodotti alimentari destinati al consumo umano ed animale e 40 chili di pesce ancora destinati in vendita, nonostante le date di scadenza riportate fossero, in qualche caso, antecedenti di oltre sei mesi. Più grave la situazione riscontrata nell’esercizio nella zona della stazione dove l’intervento si è svolto in collaborazione con il personale del Sian, il Servizio igiene alimenti e nutrizione e del Siav, il Servizio igiene e assistenza veterinaria della Asl di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In entrambi i casi si è proceduto al sequestro amministrativo per la confisca ai fini della distruzione di tutta la merce e alle sanzioni di oltre 3mila euro sia per la vendita di prodotti oltre la data di scadenza, sia per la mancanza di etichettatura. “La tutela dei consumatori rimane uno dei nostri obiettivi prioritari”, ha commentato il comandante della polizia locale leccese, Donato Zacheo, “Anche nel 2017 continueranno le nostre ispezioni nelle attività commerciali, artigianali e nei pubblici esercizi, dove vengono venduti e manipolati prodotti alimentari, al fine di verificare il rispetto delle norme a garanzia della salute dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento