Cronaca Centro / Piazza Mazzini Giuseppe

Contenitori per la differenziata negli androni dei palazzi: malcontento in zona Mazzini

Nel centro della città si procede alla rimozione dei cassonetti dalle strade. Ma in molti edifici la soluzione adottata non piace ai residenti

LECCE – In piazza Mazzini e dintorni si segnalano disagi e malcontento a causa del collocamento dei contenitori per la differenziata negli androni dei palazzi.

Naturalmente il problema riguarda molte altre zone della città, come il rione Salesiani, San Pio, la 167, ma in misura minore perché si possono sfruttare spazi comuni all’aperto. L'alternativa è rappresentata dalle pattumelle che vengono invece distribuite negli immobili con poche unità abitative, ma va da sè che una tale soluzione non è praticabile perché comporterebbe la disposizione delle stesse, tutte in fila, lungo i marciapiedi nei giorni di ritiro.

La questione è ben nota all’amministrazione comunale e a Monteco, la società che ha in appalto la raccolta dei rifiuti. Tra le ipotesi al vaglio c’è quella dei contenitori interrati: il primo potrebbe essere ricavato in via Salvatore Trinchese, nel tratto tra le intersezioni con via Monte San Michele e via Braccio Martello. Altri ne sono stati realizzati in diverse zone della città ma sono destinati soltanto ai pannolini.

Con l’estate alle porte, il tempo stringe: le alte temperature potrebbero favorire l’insorgenza di problemi d’igiene. L’area centrale della città è l’ultima a essere interessata dall’avvio della raccolta porta a porta: i risultati con il nuovo sistema sono tangibili, la percentuale di differenziata ha superato la metà del totale, ma persistono fenomeni di malcostume, come l’abbandono di sacchetti lungo i marciapiedi, una volta eliminati i tradizionali cassonetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contenitori per la differenziata negli androni dei palazzi: malcontento in zona Mazzini

LeccePrima è in caricamento