Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

"Conti" in sospeso. Aggredito commerciante al mercato

Gallipoli: un 55enne di Squinzano vantava crediti da un ambulante. Dopo l'ennesimo rifiuto si è presentato nello spazio di vendita distruggendo quadri e specchi. Provvidenziale l'intervento dei vigili

Non avranno certo assistito ad uno spettacolo edificante i frequentatori odierni del mercato settimanale di Gallipoli. Erano da poco passate le 11,30 quando le urla procacciatrici di clienti e le massaie e gli avventori in cerca di buoni affari, si sono mescolati con il parapiglia che si è generato nei pressi di un punto vendita di uno dei commercianti ambulati. Secondo il racconto di alcuni testimoni e la ricostruzione dei fatti dei vigili urbani, l'area di vendita del commerciante originario di Francavilla Fontana è stata presa di mira da un uomo di 55 anni, L.D.R.di Squinzano, che per far valere i suoi presunti diritti ha pensato bene di mettere a soqquadro la zona e di sfogare la sua rabbia sugli oggetti in esposizione. Un'aggressione in piena regola scaturita dal fatto che l'uomo vantava dei crediti da parte dell'ambulante e dopo l'ennesimo rifiuto di quest'ultimo ha deciso di passare alle vie di fatto per rendersi giustizia da solo.


Tutto ha avuto inizio nella prima mattinata quando il 55enne ha contatto dapprima al cellulare il suo debitore. Un breve colloquio prima con un dipendente e successivamente con lo stesso ambulante. Al rifiuto di ottemperare al pagamento (forse l'onere di un quantitativo di merce acquistata) il creditore è partito alla volta di Gallipoli e giunto nell'area del mercato settimanale di viale Europa e dintorni, ha raggiunto il punto vendita del commerciante. Il chiarimento preliminare non ha sortito, evidentemente, l'accordo bonario e il pagamento del dovuto. E qui è scattata la baraonda. Urla e imprecazioni seguite dalla furia distruttiva degli oggetti in esposizione per la vendita. Solo il pronto intervento dei vigili urbani in servizio di controllo nell'area mercatale (nello specifico i marescialli Luigi Legari e Roberto Pellone), ha evitato il peggio. Ovvero che magari che si degenerasse nello scontro fisico tra i due litiganti. Una scena raccapricciante anche per la presenza in loco di donne e bambini visibilmente scossi e turbati dall'insolito spettacolo inscenato tra le bancarelle. I vigili urbani e un giovane ambulante sono riusciti a bloccare l'aggressore che è stato condotto nel vicino Comando di Polizia Municipale di via Pavia per l'identificazione di rito. Per lui è scattata una denuncia per danneggiamento aggravato. L'episodio odierno rivela, per inciso, un'altra problematica di fondo che riguarda la sicurezza e il controllo dell'area mercatale gallipolina ormai satura per la presenza di oltre 500 operatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Conti" in sospeso. Aggredito commerciante al mercato

LeccePrima è in caricamento