Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Scoperta dalle fiamme gialle una fabbrica clandestina di merce

Sono oltre 80mila i capi sequestrati dai baschi verdi in un appartamento del capoluogo salentino. Denunciate due persone di origine senegalese

LECCE – Avevano allestito, all’interno di un appartamento nel cuore del capoluogo salentino, un opificio clandestino con migliaia di prodotti contraffatti. A scoprire la fabbrica illegale, gestita da due persone di origine senegalese, è stata la Guardia di finanza di Lecce, impegnata nel contrasto alla contraffazione e alla tutela della sicurezza dei prodotti. All’interno dell’abitazione, durante la perquisizione, sono state rinvenute borse, scarpe, portafogli, giubbini, etichette metalliche e adesive, per un totale di oltre 80mila articoli, riportanti marchi contraffatti di famose case di moda, pronti per essere immessi sul mercato durante la prossima stagione invernale.

La perquisizione è scattata dopo un’attività d’indagine. I militari dei baschi verdi hanno notato un via vai sospetto nei pressi dell’appartamento, con sempre lo stesso copione: le persone entravano a mani vuote per poi uscire con buste colme di merce. Dopo i primi riscontri eseguiti nei giorni scorsi, nella notte tra il 21 e il 22 settembre, è scattata la perquisizione. Per i due gestori della fabbrica clandestina, entrambi senegalesi, sono stati ipotizzati i reati di ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi, con il sequestro di tutta la merce rinvenuta. Due le persone denunciate all’autorità giudiziaria, uno anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Si tratta di un’operazione importante, che sottolinea l’impegno costante delle fiamme gialle nel contrasto ai fenomeni di illegalità e concorrenza sleale a tutela dei consumatori e a salvaguardia di quelle aziende che operano nella legalità e nel rispetto delle regole. Sono in corso approfondimenti per risalire all'intera filiera del falso al fine di contrastare l’immissione in commercio di prodotti oltre che contraffatti, non rispondenti agli standard di qualità e sicurezza previsti dalle disposizioni e quindi rappresentativi di una fonte di pericolo e di un potenziale danno per la salute e la sicurezza pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta dalle fiamme gialle una fabbrica clandestina di merce

LeccePrima è in caricamento