Cronaca

Controlli a tappeto dopo i gravi incidenti, denunce a raffica per gli indisciplinati

Nella zona di Casarano si sono verificati di recente diversi sinistri, con due morti e diversi feriti. E' qui e in altre località di competenza territoriale dei militari della compagnia che si sono intensificate le verifiche. In molti trovati ubriachi, sotto effetto di droghe o senza patente

Repertorio.

CASARANO – Diciannove denunce per guida in stato d’ebbrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti, un contrassegno assicurativo falso sequestrato, due automobilisti fermati senza patente. Più una serie di altri provvedimenti disciplinari o penali.

I carabinieri della compagnia di Casarano, negli ultimi giorni, hanno svolto controlli a tappeto lungo le strade principali della loro zona di competenza territoriale. Una misura tanto più necessaria se si considera non solo l’intensificazione del traffico, tipico dei periodi festivi, ma anche e soprattutto i nefasti episodi degli ultimi tempi, che hanno visto ben due giovani perdere la vita in altrettanti incidenti, più una serie di altre persone rimaste ferite in maniera anche molto grave.

I soggetti trovati alla guida delle rispettive autovetture senza patente sono di Parabita e Racale. Per loro è scattata la denuncia alla Procura. E sempre di Parabita è la persona che, fermata per un controllo, ha esibito a bordo di una Renault Clio un contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. Da qui le sanzioni, che prevedono il sequestro dell’autovettura e la denuncia per falsità in scrittura privata.  

Lo stato di ebbrezza alcolica è stato appurato, invece, nei confronti di sette conducenti di veicoli, mentre in dodici casi è stato riscontrato o lo stato di alterazione psicofisica dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti o, comunque, si è preso atto del rifiuto a sottoporsi agli accertamenti sanitari, per il quale è prevista la denuncia (è come una sorta di ammissione di colpa). Per tutti è scattato il ritiro del documento di guida.

furto energia elettrica taviano con logo-2Non sono mancate anche altre situazioni particolari e al di fuori del contesto dei posti di controllo stradali. A Taviano, per esempio, in seguito a una segnalazione, i militari della stazione hanno effettuato un accertamento con i tecnici dell’Enel in un’abitazione di via Immacolata. Si è così scoperto l’allaccio abusivo alla rete pubblica, che ha portato alla denuncia di una coppia per furto di energia elettrica.

Nel centro abitato di Ugento, invece, M.G., 38enne, durante una perquisizione, è stato trovato in possesso di un coltello a scatto lungo 20 centimetri e per questo deferito per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. L’arma è stata sequestrata. Tre anche le denunce per inosservanza agli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria nei confronti di pregiudicati di Melissano e Ugento.

Sotto il profilo amministrativo, infine, cinque sono state le segnalazioni alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Recuperati diversi spinelli di marijuana. Inoltrate anche tre proposte di foglio di via obbligatorio nei confronti di altrettanti soggetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto dopo i gravi incidenti, denunce a raffica per gli indisciplinati

LeccePrima è in caricamento