menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio.

Foto di archivio.

“Disobbedienza civile”: controlli in bar, 13 multati perché fuori casa e senza mascherina

Nella serata di ieri le forze dell’odine hanno monitorato bar e ristoranti della città, per accertare l’eventuale adesione alla campagna “Io apro”. Nessuno degli esercenti ha preso parte. Ma scattano sanzioni ai passanti

LECCE – Controlli delle forze dell’ordine nella zona “gialla”, destinata a diventare “arancione”. Nella serata di ieri, a Lecce, polizia, carabinieri, vigili urbani e guardia di finanza hanno infatti eseguito verifiche in strade, piazze e nei pressi di esercizi commerciali, per accertare il rispetto della normativa anti contagio. Nello specifico, sono stati condotti controlli per monitorare le adesioni all’iniziativa nazionale “Io Apro” attuata dagli esercenti di bar e ristoranti.

Agenti e militari hanno dunque  verificato le adesioni in segno di protesta all’iniziativa di “disobbedienza civile”. Nel corso del servizio non è stata riscontrata nessuna forma di manifestazione simile.  Nell’ambito del servizio, la polizia ha complessivamente controllato 25 esercizi e 479 cittadini, di cui 13 sanzionati. Undici multe sono state elevate a carico di persone, la maggior parte dei quali molto giovani, trovate senza la mascherina sul volto.

Alcuni dei sanzionati, a un primo controllo, sono stati sensibilizzati al corretto uso dei dispositivi di protezione individuale e quindi invitati a indossarla correttamente. A un secondo controllo, dopo che gli stessi sono stati nuovamente trovati senza la mascherina, è scattata la contestazione.  Due le sanzioni per altrettanti cittadini trovati fuori dalla propria abitazione, dopo le ore 22, senza un giustificato motivo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento