Cronaca

Guerra alla contraffazione e al commercio abusivo: 15 denunce nel Salento

Un’attività della guardia di finanza, su tutto il territorio regionale, ha interessato anche Lecce, Gallipoli e Casarano: migliaia di prodotti sequestrati

Un finanziere al lavoro, durante un'ispezione.

LECCE  - Le fiamme gialle dichiarano guerra alla merce contraffatta e a quella pericolosa per la salute. Sono infatti 33 le ispezioni eseguite dai finanzieri del comando provinciale in tutto il Tacco, con particolare riguardo per alcune attività di Lecce, Gallipoli e Casarano. Quindici i commercianti denunciati, a vario titolo, per aver venduto capi di abbigliamento contraffatti e articoli di bigiotteria sprovvisti della documentazione richiesta dalla normativa comunitaria.

Nello specifico, sono stati sequestrati 671mila e 888 tra articoli di bigiotteria e piccole componenti elettriche, mentre sono 303 gli accessori come borse e paia di scarpe riportanti marchi famosi, ma falsi. Undici, infine, le violazioni amministrative riscontrate dai militari della guardia di finanza nei confronti di altrettanti commercianti, ora multati.

Il video: scattano anche undici sanzioni amministrative

Le verifiche sono state eseguite su tutto il territorio regionale il 5 e 6 giugno. Un piano straordinario di interventi, finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno della contraffazione, dell’abusivismo commerciale ed altre correlate forme di illegalità. L’attività di servizio è stata pensata anche modalità di tutela del mercato dei beni e dei servizi e per contrastare  le condotte illecite connesse alla contraffazione, realizzata mediante una costante azione di controllo economico del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra alla contraffazione e al commercio abusivo: 15 denunce nel Salento

LeccePrima è in caricamento