Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Operazione “Estate sicura”: spuntano droga, mannaie nell’auto e alcol alla guida da coma etilico

I carabinieri della compagnia di Gallipoli e della tenenza di Copertino hanno eseguito controlli a raffica su strada e all'esterno dei principali ritrovi della movida. Il bilancio è di 27 denunce, 100 violazioni riscontrate e nove patenti ritirate. Tra i reati anche furti, abusivismo edilizio e coltivazione di piante per la produzione di stupefacenti

I militari della compagnia di Gallipoli

GALLIPOLI – Ventisette denunce in stato di libertà per reati vari, oltre 100 violazioni amministrative, e 9 patenti di guida ritirate per guida in stato di ebbrezza o sostanze stupefacenti. E’ il bilancio di un’attività di controllo eseguita dai carabinieri della compagnia di Gallipoli, su tutto il territorio circostante, nel corso del week-end appena concluso.

Ai  posti di controllo allestiti da 25 militari guidati dal capitano Michele Maselli hanno preso anche parte i colleghi dell’aliquota radiomobile, una squadra motociclisti e i carabinieri della tenenza di Copertino, coordinati dal luogotenente Salvatore Giannuzzi. Sono stati setacciati i principali locali della movida estiva sul litorale della Città Bella e nell’hinterland.  Quattro persone  sono state deferite in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: un 17enne di Sannicola è stato notato cedere delle dosi di marijuana ad alcuni coetanei , un 20enne neretino è stato trovato con oltre dieci dosi di marijuana, per complessivi 12 grammi e denunciato. 

Ad Aradeo i carabinieri hanno visto su un balcone due floride piante di marijuana ancora nei vasi. La proprietaria dell’abitazione, una donna di 48anni, è finita nei guai per produzione di sostanze stupefacenti. Infine ad un 30enne gallipolino sono state rinvenute tre dosi di cocaina e 17 pasticche di dubbia provenienza. I controlli a tappeto in tutto il territorio della compagnia hanno anche permesso di reprimere anche una serie di reati contro il patrimonio. A Nardò, per esempio,  i militari dell’Arma hanno deferito tre persone, responsabili di due diversi furti in due supermercati della cittadina. In entrambi i casi gli individui, che avevano appena rubato alcuni generi alimentari per un valore di appena 40 euro, fermati all’uscita dall’allarme, sono stati poi consegnati ai alle forze dell’ordine per gli accertamenti del caso e denunciati.

A Gallipoli, inoltre, i carabinieri sono stati chiamati in un bar per un furto di un paio di occhiali da sole appena avvenuto, guardando i filmati dell’esercizio commerciale, hanno riconosciuto la ladra, una signora di mezza età del posto. Immediatamente rintracciata, la stessa ha ammesso l’addebito e restituito il maltolto.DSC03059-2

A Galatina i militari della locale stazione hanno denunciato un minorenne di Lugo, per frode informatica e utilizzo indebito di carta di credito. Il giovane è  riuscito a clonare la carta di un anziano di Galatina che si è immediatamente accorto di alcuni prelievi, complessivamente superiori ai 600 euro e fatti in modo abusivo ed ha avvisato i carabinieri.

Denuncia a Copertino anche per un senegalese trovato con oltre 30 paia di scarpe con marchi contraffatti che era in procinto di mettere in vendita. Quattro persone sono state poi denunciate per ricettazione. Durante i controlli del territorio, ad Alezio due persone sono state fermate con un’autovettura risultata rubata il mese scorso a lecce. I due soggetti, titolari di un autonoleggio, avevano apposto alla macchina una targa prova sperando di superare i controlli, ma invano.Un tunisino di 28 anni, a Nardò, durante un controllo è apparso molto sospetto. Gli accertamenti svolti hanno permesso di scoprire come fosse in possesso di uno smartphone rubato oltre quattro mesi fa. Ad Alezio, inoltre, un gallipolino 32enne, fermato e trovato con un vistoso sistema audio, è stato denunciato in quanto quello stesso sistema era risultato rubato alcuni giorni addietro da un noto locale del comune messapico.

(Video: i carabinieri in moto)

Infine un uomo è stato deferito in stato di libertà per abuso edilizio. Durante il controllo del territorio i carabinieri hanno scoperto  un prefabbricato su un terreno non edificabile. Il proprietario è stato denunciato alla Procura della Repubblica e l’edificio posto sotto sequestro. Due persone, infine, durante i controlli sono state trovate con coltelli di cui non riuscivano a fornire giustificazione. In un caso, peraltro, si trattava di vere e proprie mannaie con lame lunghe oltre 30 centimetri. L’offensiva dell’Arma, inoltre, si è snodata anche sulle principali strade, per contrastare il fenomeno della guida alterata sotto effetto di sostanze stupefacenti e alcol. Per sette automobilisti è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza per l’alto tasso alcolemico presente nel sangue che, in un caso, ha persino raggiunto il livello del coma etilico.

Nove le patenti ritirate, 100 le contravvenzioni al codice della strada elevate, per violazioni che vanno dalla guida senza cinture di sicurezza all’uso del telefono cellulare alla guida. Circa 250 i punti tolti alle patenti dei malcapitati guidatori. Numerose peraltro le violazioni per assenza di copertura assicurativa e revisione periodica. In tutto sette i mezzi sequestrati per questi ultimi motivi. Numerose le persone trovate prive di patente perché mai conseguita. Nel corso dei controlli, infatti, ben tre persone erano prive dell’apposito certificato di guida. Tredici i segnalati alla Prefettura di Lecce per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Si tratta soprattutto di  ragazzi, molti dei quali minorenni, trovati in possesso di sostanze stupefacenti, in particolare hashish.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Estate sicura”: spuntano droga, mannaie nell’auto e alcol alla guida da coma etilico

LeccePrima è in caricamento