rotate-mobile
Cronaca Castri di Lecce

Vendita di fuochi e materiale pirotecnico, scattano verifiche in tutto il Tacco

Il personale della polizia di Stato ha intensificato i controlli sul commercio di botti, specialmente in vista delle festività alle porte. La prefettura ha negato il rinnovo di licenza a un deposito di Castrì di Lecce

LECCE - In vista delle vacanze natalizie e di Capodanno, la polizia di Stato sta attuando una serie di controlli mirati alla prevenzione del fenomeno della vendita di materiale pirotecnico in violazione delle norme che disciplinano il settore.

A seguito degli accertamenti esperiti dalla divisione amministrativa della questura, gli uffici della prefettura leccese  hanno negato il rinnovo di licenza per deposito di fuochi d’artificio per un quantitativo non superiore a mille e 500 chilogrammi di prodotti attivi, al gestore di un deposito sito a Castri di Lecce.

Le verifiche, però, non finiscono qui. Proseguiranno nel corso dei prossimi giorni, quando le festività natalizie alle porte incrementeranno l’utilizzo di botti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita di fuochi e materiale pirotecnico, scattano verifiche in tutto il Tacco

LeccePrima è in caricamento