menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intestate a lui ben tre società, ma percepiva il reddito di cittadinanza

Diversi i controlli svolti dai carabinieri sui luoghi di lavoro in provincia di Lecce. E varie le irregolarità riscontrate

LECCE  - Continuano a Lecce e in provincia i controlli dei carabinieri del comando provinciale di Lecce, insieme con i militari del nucleo carabinieri ispettorato del lavoro e agli ispettori del lavoro della Itl. Si tratta di servizi finalizzati al contenimento della diffusione del contagio da coronavirus in cui, però, a volte, si scoprono anche altri aspetti. Per esempio, su dodici aziende controllate di recente, ce n’è stata una a Lecce per la quale è stato identificato un imprenditore che, sebbene titolare di ben tre società, percepiva pure il reddito di cittadinanza.

Vi sono state poi diverse irregolarità riscontrate in altre zone della provincia. A Ugento è stata rilevata un’azienda che aveva occupato lavoratori privi della sorveglianza sanitaria e non li aveva sottoposti alla formazione per evitare i contagi da Covid-19.

A Porto Cesareo e Santa Caterina (marina di Nardò), i committenti non avevano verificato i requisiti tecnico-professionali delle ditte che stavano svolgendo lavori e risultavano non regolarmente iscritte alla Camera di commercio. Infine, a Nardò, un’azienda utilizzava le telecamere di videosorveglianza senza la regolare autorizzazione preventiva della direzione territoriale del lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento