Cronaca

Controlli lungo la costa, scattano sanzioni per 21

Quindici mila euro riscossi nei controlli della sezione navale delle Fiamme Gialle: diversi soggetti multati per violazioni amministrative. Nella rete, pure esercizi commerciali su area demaniale

navale

OTRANTO - Anche in mare, l'allerta non è mai troppa: e così nella rete dei controlli sono finite ventuno persone, resesi protagoniste di violazioni riscontrate dalla Sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Otranto. Un bottino di quindici mila euro di sanzioni in mare, che rappresenta il totale dei controlli amministrativi dei militari nel periodo estivo, sulla fascia costiera.

Varie le violazioni amministrative rilevate in materia di polizia economico-finanziaria, marittima ed ambientale: in particolare, i finanzieri del reparto navale hanno segnalato tre pescatori per la "pesca sportiva con attrezzi non consentiti" tipo "palancale", oltre a due sub, sorpresi con attrezzi non autorizzati e in immersione durante le ore notturne; sequestrato, ovviamente, il pescato insieme all'attrezzatura.

Inoltre quattro comandanti di peschereccio sono stati sanzionati per inosservanza al codice della navigazione. A questi vanno aggiunti i titolari di quattro esercizi commerciali, posti nell'area demaniale marittima, che, al momento del controllo dei finanzieri non avevano esposto al pubblico la concessione con relativa planimetria, e i titolari di otto stabilimenti balneari per la omessa esposizione delle previste autorizzazioni amministrative.


Al termine di un altro controllo, i finanzieri hanno segnalato alla autorità giudiziaria il titolare di una struttura turistica per l'occupazione abusiva dello spazio demaniale e per aver realizzato strutture in muratura senza alcun permesso di costruire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli lungo la costa, scattano sanzioni per 21

LeccePrima è in caricamento