Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Via Duca degli Abruzzi

"Movida violenta", controlli a tappeto. Aspettando le telecamere

Ieri sera il sindaco ha incontrato davanti al Convitto Palmieri alcuni residenti esasperati dal vandalismo. Polizia e municipale hanno perlustrato tutta la zona. Diverse denunce e qualche sequestro

Pattuglie davanti al Convitto Palmieri.

LECCE – Venticinque telecamere a infrarossi, cinque delle quali nel centro storico, in particolare nelle zone a ridosso di via Duca degli Abruzzi. E’ la promessa del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, intervenuto personalmente ieri sera, nei pressi del Convitto Palmieri, per rassicurare diversi residenti. La brutale aggressione subita dall’ambulante bengalese, qualche notte addietro, da parte di un gruppo di balordi, ancora non identificati, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Un vaso che era già colmo di rabbia e frustrazione, e da diverso tempo.

I residenti si sentono abbandonati e ieri hanno espresso le loro perplessità in un breve, quanto intenso incontro, al quale hanno partecipato anche alcuni commercianti, in particolare proprietari di pub. Il tutto, davanti ad agenti di polizia della sezione volanti e della municipale, che hanno organizzato, nel corso della stessa serata, controlli ad hoc.

Nel breve dibattito sulla sicurezza e del vandalismo, s’è insinuato anche quello, più sottile e generale, sulla difficile convivenza fra i già citati residenti e i gestori dei pub. Chiasso e sporcizia, fra i problemi principali evidenziati.

Tutto questo, mentre polizia e municipale perlustravano le zone circostanti, anche perché diversi sono stati gli esposti giunti negli ultimi tempi e anche ieri, nel corso del dibattito in Prefettura, era emersa la necessità di una stretta decisa conto la “movida violenta”. E dunque, via a servizi di prevenzione organizzati proprio per il controllo di alcune strade del centro storico, dove più frequenti sono state le lamentale per fenomeni come la prostituzione, gli atti vandalici e il disturbo della quiete pubblica.

Proprio durante questi controlli, in via Caduti del Lavoro, un 31 senegalese è stato denunciato, in stato di libertà, per guida senza patente. Sequestrato anche un ciclomotore Piaggio Sì e multato il proprietario, residente a Lecce. Sospeso dalla circolazione anche un altro veicolo, privo della revisione e del certificato di assicurazione.

DSC04244-2Ma le verifiche, come premesso, hanno riguardato anche via Duca degli Abruzzi, dove polizia e municipale hanno identificato quindici persone, e via Martiri d’Otranto, piazzale Rudiae e via Vecchia Carmiano dove, tra i controllati, dodici sono state ragazze dedite alla prostituzione.

In totale sono stati 181 i soggetti identificati, con otto denunce. Centosette i veicoli sottoposti a controllo, di cui tre sequestrati. Sette le multe elevate.

Solo nell’ultimo periodo, la polizia aveva già denunciato tre giovani vandali, fermati domenica sera, altri tre che nella serata del 16 ottobre scorso avevano danneggiato alcune centraline Enel e Telecom, ed un 16enne albanese protagonista di un’aggressione ai danni di un altro giovane, in piazzetta De Santis. Finora, comunque, solo situazioni tampone in attesa di nuovi occhi elettronici che aiutino le forze di polizia a controllare meglio le zone rosse. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Movida violenta", controlli a tappeto. Aspettando le telecamere

LeccePrima è in caricamento