Cronaca

“Pulizia di Pasqua” nelle pasticcerie salentine. In una il Nas invia i sanitari

L'operazione, così denominata, è stata eseguita in tutta la Puglia. Nel Leccese, sono stati sottoposti a controllo, da parte dei carabinieri, una trentina di esercizi. Una dozzina le sanzioni amministrative e in un caso, a Leverano, rinvenute persino uova di gallina danneggiate e ammuffite

Le uova sequestrate

LECCE  -Puntuali come la Risurrezione di Gesù, i controlli dei carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazioni e sanità, hanno portato alla luce diverse irregolarità anche nel Salento. Oltre una tonnellata di dolciumi, tra uova di cioccolato e colombe, sono state infatti trovate dai militari in cattivo stato di conservazione, durante i consueti controlli eseguiti su tutto il territorio regionale.

In Puglia, è stato rinvenuto un totale di 600 confezioni di alimenti sottolio, vegetali inscatolati e pesto scaduto da diverso tempo. Ma l’operazione, denominata 'Pulizia di Pasqua', ha fatto più di una sorpresa alle pasticcerie e ai laboratori industriali del Leccese. Un esercizio di Leverano, tanto per cominciare, è stato trovato in possesso di una intera confezione di uova danneggiate dalle stesse galline, e anche ammuffite, di quelle che normalmente i centri di imballaggio regalano ai propri acquirenti, perché non vendibili.

I prodotti, con il guscio visibilmente danneggiato e anche sporco di deiezioni di animali, sono stati immediatamente posti sotto sequestro, ed è scattata la segnalazione dell’accaduto al personale della Asl, per i dovuti, ulteriori accertamenti. Altre violazioni amministrative, sempre legate alle condizioni igienico-sanitarie, sono state inoltre riscontrate anche in attività del capoluogo salentino e dell’hinterland. Sono circa una trentina, infatti, le verifiche eseguite dal personale dell’Arma, come accaduto anche a ridosso del periodo natalizio e di quello pasquale degli scorsi anni. I sopralluoghi saranno intensificati con l’arrivo della stagione estiva, ormai alle porte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Pulizia di Pasqua” nelle pasticcerie salentine. In una il Nas invia i sanitari

LeccePrima è in caricamento