Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Notte Bianca, quando lo scontrino diventa solo un optional

I finanzieri del comando provinciale hanno eseguito 53 controlli nei negozi ed attività del centro, durante l'evento di sabato. L'87 per cento degli esercenti è risultato irregolare: sanzioni per un totale di oltre 23mila euro

I finanzieri del

LECCE  - La notte sarà pure  stata "bianca", ma il bilancio è risultato nero. Almeno per i militari della guardia di finanza. Il 90 per cento dei commercianti ispezionati durante il grande evento che si è concluso sabato sera,  promosso dal Comune di Lecce, è risultato infatti irregolare. Lo hanno scoperto i militari del comando provinciale, durante alcuni controlli, mirati a combattere la contraffazione dei marchi e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le verifiche sono state avviate a partire dalle 21, passando al setaccio le numerose bancarelle che costellavano le vie dal centro storico. L'attività di polizia economica ha coinvolto 53 esercizi: commercianti ambulanti e negozi di souvenir e bigiotteria. E poi bar, pizzerie, ristoranti, pub e gelaterie.

La costatazione di 46 irregolarità, praticamente l'87 per cento, ha costituito il risultato dell'attività eseguita dagli uomini delle fiamme gialle, durante la Notte Bianca. Le infrazioni rilevate hanno riguardato soprattutto la mancata emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale che ha portato a sanzioni amministrative per un totale di 23mila e 736 euro.

Due sono stati i commercianti presso i quali i militari hanno accertato l'assenza  del misuratore fiscale. Un ambulante di prodotti di bigiotteria, in particolare, è stato scoperto mentre rilasciava scontrini non fiscali utilizzando un bollettario di fatture e ricevute fittizio. Durante i controlli, sono state, inoltre, sequestrate decine di borse di note griffe. Rigorosamente contraffatte.

Anche l’unità cinofila della guardia di finanza è stata coinvolta nell'attività di servizio: supportata dalle pattuglie  della compagnia di Lecce e di Otranto, è stata impiegata per i controlli antidroga, effettuati nei punti di maggiore afflusso di visitatori quali la stazione ferroviaria e i parcheggi di interscambio.

Il cane antidroga “Tasky” ha aiutato i militari un ventenne tarantino, poi segnalato alla prefettura, trovato in possesso di dosi di hashish e marijuana detenuta per uso personale.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte Bianca, quando lo scontrino diventa solo un optional

LeccePrima è in caricamento