rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Controlli in tutta la provincia

“Furbetti” del reddito di cittadinanza: diciassette denunce. Scoperti 37 lavoratori in nero

Tramite l’operazione della guardia di finanza di Lecce nell’ultimo mese e mezzo sono stati individuati e segnalati diversi soggetti che percepivano il sussidio senza averne diritto: 170mila euro le somme che dovranno essere restituite

LECCE – Percepivano il reddito di cittadinanza senza averne il diritto e i requisiti: finiscono in 17 nel mirino dei controlli, operati dalla guardia di finanza di Lecce. Nell’operazione promossa dal comando provinciale delle Fiamme gialle, iniziata circa un mese e mezzo fa e condotta nell’ambito della costante attività di controllo economico del territorio, i finanzieri hanno sviluppato un’intensa azione di servizio volta al contrasto degli illeciti in materia di spesa pubblica: questo ha permesso di individuare diciassette persone che avrebbero illegittimamente richiesto ed ottenuto il reddito di cittadinanza, di fatto attestando false dichiarazioni in merito alla propria dichiarazione dei redditi, col solo intento di ricevere il beneficio.

I percettori indebiti del sussidio sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Lecce e contestualmente segnalati alla competente direzione provinciale dell’Inps che dovrà provvedere alla revoca e alla sospensione del beneficio, recuperando alle somme già erogate, che ammonterebbero ad oltre 170mila euro.

Nello stesso periodo, le fiamme gialle salentine, anche attraverso la consultazione delle banche dati in uso al corpo, hanno indirizzato una mirata azione di contrasto al fenomeno del sommerso da lavoro: gli interventi ispettivi sono stati condotti trasversalmente nei confronti di diverse tipologie di attività commerciali ed hanno consentito di rilevare l’impiego di 37 lavoratori in nero e di 8 lavoratori irregolari (alcuni di essi a propria volta risultati essere percettori del reddito di cittadinanza), i quali sono stati segnalati agli uffici preposti per i pertinenti provvedimenti. Contestualmente undici datori di lavoro sono stati verbalizzati e segnalati alle competenti autorità.

I controlli sono stati eseguiti dai reparti del corpo territorialmente competenti nei comuni di Alliste, Barbarano del Capo, Casarano, Corsano, Galatone, Giurdignano, Lecce, Maglie, Nardò, Poggiardo, Porto Cesareo, Presicce-Acquarica, Tricase ed Ugento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Furbetti” del reddito di cittadinanza: diciassette denunce. Scoperti 37 lavoratori in nero

LeccePrima è in caricamento