Controlli sul litorale di Porto Cesareo: sequestrata rete da posta e multa a pescatore

I militari della guardia costiera hanno sanzionato un pescatore sportivo scoperto sul litorale di Levante con attrezzatura non consentita. Verifiche anche nei magazzini ittici

PORTO CESAREO - L’attività amatoriale per la quale era regolarmente autorizzato era quella dedita alla pesca sportiva, ma per praticarla ha utilizzato impropriamente una rete da posta, attrezzatura non consentita dai regolamenti in vigore. Nel corso dei controlli lungo il litorale, nella giornata di ieri, i militari della guardia costiera dell’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea hanno sequestrato una rete da posta di circa 80 metri utilizzata da un pescatore sportivo nello specchio acqueo antistante la riviera di Levante di Porto Cesareo.

Il personale della capitaneria di porto ha intensificato le attività di pattugliamento lungo il litorale e nei luoghi di approdo abitualmente utilizzati dai pescatori sportivi ed ha notato l’uomo, in pieno giorno, intento in attività di pesca in prossimità della costa con un attrezzo non consentito. L’attrezzatura di tipo professionale e non consentita per le attività della pesca sportiva è stata quindi  sequestrata e all’incauto pescatore è stato elevato un verbale amministrativo di 2 mila euro.

L’intervento segue quello che sempre nella giornata di ieri, ma sul versante adriatico, ha visto l’intervento sempre dei militari della capitaneria che ha portato al recupero ed al sequestro di una rete di circa 200 metri collocata abusivamente nei pressi della Grotta della Zinzulusa. Oltre all’attività di contrasto alla pesca irregolare, che nel mese di aprile aveva portato già al sequestro ed al rigetto in mare di 4mila ricci di mare,il personale della guardia costiera è stati impegnato anche in una ricognizione dei depositi dei prodotti ittici e a seguito delle verifiche il proprietario di un magazzino è stato sanzionato per la mancata registrazione sul portale del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. I controlli della capitaneria di porto di Gallipoli proseguiranno in maniera capillare, via mare e via terra, su entrambi i litorali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento