Controlli sulla pesca, sequestrata rete da posta e multa da 2mila euro

Proseguono le attività di controllo dei militari della guardia costiera lungo il litorale ionico. A Santa Maria al Bagno nei guai pescatore che ha utilizzato attrezzatura non consentita

NARDO’ - Proseguono le azioni di controllo e monitoraggio della guardia costiera sulle attività di pesca lungo il litorale e, dopo le sanzioni e il sequestro per un pescatore professionista al largo di Leuca per la cattura di ricci di mare oltre il quantitativo consentito, un altro provvedimento è scattato nelle scorse ore nella zona di Santa Maria al Bagno. I militari della capitaneria di porto di Gallipoli infatti hanno sorpreso un pescatore sportivo intento ad utilizzare attrezzatura da pesca non consentita nelle acque antistanti la marina neretina. La pattuglia della guardia costiera aveva infatti osservato un piccolo natante sottocosta, con due persone a bordo impegnate in alcune attività di pesca con l’utilizzo di reti da posta. L’impiego di tale attrezzatura è però consentita solo per i pescatori professionisti muniti di regolare licenza.   

I militari hanno quindi deciso di intervenire all’atto dello sbarco dei due occupanti del natante nel porticciolo della marina per contestare al trasgressore l’utilizzo dell’attrezzatura non consentita. La rete da posta utilizzata, di circa 40 metri, è stata sequestrata e per il pescatore sportivo è scattata una sanzione di duemila euro. Quest’ultima operazione documentata dalla capitaneria da continuità ai controlli svolti nel compartimento marittimo gallipolino che sono stati intensificati e proseguiranno nei prossimi giorni e s’inquadra in una sistematica attività di contrasto alla pesca e alla commercializzazione irregolare dei prodotti ittici in genere che già nel mese scorso ha portato al sequestro di 1.600 ricci e della relativa attrezzatura utilizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Curva stabile, quasi 1500 positivi. Casarano e Alessano scuole solo in Ddi

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Paura nella notte: fulmine su palazzina sveglia i residenti, danni a elettrodomestici

Torna su
LeccePrima è in caricamento