Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Incendi boschivi, tutti a rapporto dal Prefetto. La prevenzione è efficace

Convegno in Prefettura per fare il punto, con Regione puglia e sistema della protezione civile, sulle strategie avviate, anche per quanto concerne la formazione degli operatori comunali e della protezione civile

Al centro il prefetto, Giuliana Perrotta.

LECCE - Si è svolto oggi presso la Prefettura di Lecce il convegno “La campagna di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi e di interfaccia per l’anno 2013 “ volto a fare il punto, insieme alla Regione ed alle istituzioni del sistema di protezione civile, sulle strategie avviate ed a formare gli operatori comunali ed i volontari di protezione civile.

L’evento è stato organizzato, d’intesa con il Servizio di protezione civile della Regione Puglia con un nuovo format che ha consentito, grazie alla diretta in streaming, di raggiungere a distanza i sindaci, i responsabili comunali degli uffici di protezione civile, i volontari delle associazioni di protezione civile, i rappresentanti delle associazioni del mondo agricolo e degli allevatori, i soggetti gestori delle aree parco e quanti della società civile siano interessati alle tematiche in questione.

Dopo un breve saluto del presidente della Provincia, Antonio Gabellone e del vice sindaco della Città di Lecce, Carmen Tessitore, i lavori presieduti dal prefetto Giuliana Perrotta sono entrati nel vivo con gli interventi di Luca Limongelli, dirigente del servizio di protezione civile della Regione  Puglia, dei funzionari e del comandante provinciale del corpo forestale dello Stato, Iacopo  Ristori, e del comandante provinciale dei vigili del fuoco, Michele  Angiuli.

Il Prefetto ha evidenziato  che nella provincia per l’anno 2012, i dati forniti dal corpo forestale dello Stato, dopo l’annus horribilis del 2011 connotato da un’impennata degli incendi boschivi, fanno ben sperare grazie alla riduzione del numero degli incendi, del 30 per cento rispetto al 2011 e dell’estensione delle aree interessate, del 44 per cento sempre rispetto al medesimo anno).

.I relatori hanno trattato gli aspetti inerenti alle rispettive competenze ed attività avviate nell’ambito del Piano regionale per la prevenzione e lotta attiva agli incendi 2012-2014, illustrando in modo particolare le buone pratiche avviate e le proposte operative per le amministrazioni locali al fine di assicurare una stagione estiva sicura per l’ambiente e la collettività.  Ciò senza trascurare di indicare alcune criticità, quali la sospensione del servizio dei mezzi aerei Fire Boss, a supporto delle attività di spegnimento degli incendi boschivi nella regione, e le soluzioni approntate ( nel caso di specie la proposta di allocare un Canadair a Grottaglie, a supporto dell’azione dell’analogo velivolo di stanza a Lamezia Terme).

A conclusione dei lavori, il prefetto è tornato a ricordare il disposto della legge quadro numero 353 del 2000 ed in particolare l’obbligo, per i comuni, di istituire ed aggiornare il catasto delle aree percorse da incendi, quale misura di prevenzione atta a scoraggiare, grazie ai conseguenti vincoli di utilizzo e destinazione, gli incendi dolosi volti allo sfruttamento economico, edilizio, turistico dell’ambiente.

Al riguardo ha illustrato l’esperienza della Prefettura di Lecce che, grazie ad un programma statistico e ad una puntuale azione di supporto e sollecitazione dei 97 comuni della provincia, ha raggiunto l’adempimento da parte di oltre il 96,5 per cento dei comuni obbligati per gli incendi 2010, e del 55 per cento dei comuni percorsi da incendi nell’anno 2011 ( ad oggi il dato 2012 non è ancora disponibile) rispetto ad una media regionale di adempimenti pari al 64 per cento.

Tale trend, ha concluso il prefetto, induce a ritenere che entro l’anno in corso, grazie all’impegno messo in campo e tuttora in corso, tutti gli incendi ufficialmente censiti in provincia di Lecce dal Sistema Informativo della Montagna-Sim del corpo forestale dello Stato saranno pubblicati, a cura degli amministratori locali, nei catasti comunali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi, tutti a rapporto dal Prefetto. La prevenzione è efficace

LeccePrima è in caricamento