rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca

Una parola di troppo e lo spedisce in ospedale con 25 giorni di prognosi

Un ceffone e un pugno: tanto è bastato a un 37enne per mettere al tappeto un 41enne che, a Copertino, la notte scorsa, era forse un po' troppo molesto per aver bevuto

COPERTINO – Uno schiaffo e un pugno. Un singolo pugno sferrato da un 37enne, ma di tale intensità da mandare letteralmente al tappeto un 41enne. Roba da Mike Tyson all’apice del suo furore agonistico.

Ben 25 sono stati i giorni di prognosi, una volta che il malmenato arrivato all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce è visitato dai sanitari. E se il 41enne le ha prese, questo non è successo, probabilmente, solo per una differenza sostanziale di peso rispetto all’avversario, ma anche perché sembra che avesse bevuto qualche bicchiere di troppo. Insomma, decisamente meno lucido e scattante.  

Tutto è accaduto verso mezzanotte e mezzo nel cuore del centro storico di Copertino. Il 41enne, come detto, doveva essere un po’ alticcio e non era nemmeno solo, ma accompagnato dalla sua fidanzata. Sarebbe poi stata lei, qualche minuto più tardi, a chiamare i carabinieri.

Sta di fatto che, secondo le ricostruzioni svolte dai militari della tenenza locale, grazie anche all’esistenza di alcune telecamere di videosorveglianza che hanno immortalato le fasi salienti della vicenda, il 41enne, incrociando il 37enne, forse proprio per via lo stato d’ebbrezza che potrebbe averlo reso molesto, gli avrebbe detto qualche parola che non deve essere stata apprezzata. Ma lo scambio di battute è durato l’arco di pochi istanti, perché a un certo punto è partito prima un ceffone, poi un pugno sferrato in pieno volto, tanto da spaccare il labbro del 41enne.

L’uomo ferito è stato, in seguito, soccorso da un’ambulanza e trasportato all’ospedale del capoluogo, dove gli sono stati applicati punti di sutura ed è stata stilata la prognosi. Che, superando i 20 giorni, ha comportato la denuncia d’ufficio del 37enne, una volta che quest’ultimo è stato rintracciato dai carabinieri.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una parola di troppo e lo spedisce in ospedale con 25 giorni di prognosi

LeccePrima è in caricamento