Cronaca

Dall'ospedale sparivano sapone e disinfettante: scoperto il portiere infedele

I carabinieri della tenenza di Copertino hanno denunciato un 43enne di Carmiano per furto aggravato e continuato. Ora è in odor di licenziamento. Il personale del nosocomio "San Giuseppe" ha scoperto gli ammanchi e fatto avviare le indagini, culminate con la scoperta dei prodotti nell'auto dell'uomo

COPERTINO – Quanta merce sia sparita, non si sa. Nel tempo, però, potrebbe essere stato anche parecchio il materiale di vario genere che da un deposito all’interno dell’ospedale “San Giuseppe” di Copertino sarebbe finito direttamente in casa di A.C., 43enne di Carmiano. L’uomo, portiere del nosocomio, oltre ad aver subito l’ovvia denuncia penale, è ora in odor di licenziamento.

Scoprirlo è stato abbastanza semplice, per i carabinieri della tenenza di Copertino. E’ bastato un controllo una volta partorito un ventaglio di persone sospette, et voilà, ecco comparire saponette, disinfettante e carta igienica.  

Il problema principale, però, è stato nell’antefatto, cioè venire a conoscenza che vi fossero degli ammanchi. Per non destare sospetti, infatti, l’autore dei furti si guardava bene dal prelevare molti prodotti in una volta. Ragion per cui non è chiaro né da quanto andasse veramente avanti questa storia, né quanta sia la merce incamerata in modo disonesto e – va aggiunto - a discapito del contribuente, giacché trattasi di beni di un servizio pubblico.

Di certo, qualcuno fra il personale del nosocomio a un certo punto deve essersi accorto della sparizione di materiale per la pulizia e l’igiene e, non credendo ai fantasmi, l’ha fatto presente alla direzione sanitaria. Avvisati i carabinieri, per prima cosa hanno cercato di capire quante persone fossero in possesso delle chiavi di quel magazzino, dato che non era stata riscontrata alcuna forzatura alla porta.

E così, una volta visto quel portiere in movimenti sospetti, i militari sono balzati sulla scena al momento opportuno, ispezionando la sua in auto privata e scovando alcuni prodotti appena rubati. Gli accertamenti sono stati avviati a metà mese, ma sono terminati, sostanzialmente, nelle scorse ore. E adesso per il portiere carmianese è scattata la denuncia alla Procura di Lecce per furto aggravato e continuato. Quanto rinvenuto è stato riconsegnato all’ospedale.        

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'ospedale sparivano sapone e disinfettante: scoperto il portiere infedele

LeccePrima è in caricamento