rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Copertino

Al quarto incendio, le telecamere del campo fotovoltaico immortalano un soggetto

A Copertino un'azienda lamenta roghi continui, a partire da maggio, che in qualche caso hanno anche danneggiato seriamente alcune apparecchiature. Ma, il 2 settembre scorso, finalmente è stato filmato un uomo arrivare in auto, scendere e appiccare il fuoco

COPERTINO – Un uomo arriva in auto. L’agro è quello di Copertino, proprio al confine con il territorio di Leverano. Si ferma sul ciglio di una stradina interpoderale non asfaltata, probabilmente inconsapevole che un paio di “occhi elettronici” lo stiano monitorando. Scende, accende una fiamma fra l’erba, proprio nei pressi della recinzione dietro alla quale si estende un campo fotovoltaico, poi con nonchalance risale, innesta la prima e se ne va.

Quella fiamma, in breve, si tramuterà in un vero e proprio incendio che, se non preso in tempo, rischierebbe di estendersi per decine di ettari. Tutta l’azione, sotto la luce del sole, con movenze per nulla furtive. Che l’autore, troppo sicuro di sé, ai limiti della tracotanza, abbia le ore contate? Forse da alcuni dettagli si potrà risalire a quell’uomo e capire anche quali motivazioni l’abbiano spinto verso il gesto. Di sicuro, è un chiaro esempio, una volta tanto ben visibile, di quello che accade quasi ogni giorno, nel Salento, d’estate.   

Che quella degli incendi per autocombustione sia una questione da relegare al rango di favoletta è ben chiaro a tutti: dietro c’è quasi sempre la mano dell’uomo, con le motivazioni più disparate, dalla piromania vera e propria, fino alla pratica, tanto vecchia quanto del tutto pericolosa e sbagliata, di ripulire i terreni con la fiamma viva.

Proprio in questi giorni del fenomeno e di quanto poco si faccia per frenarlo ne ha parlato il Conapo, una delle più rappresentative sigle sindacali dei vigili del fuoco. Un vero e proprio grido di dolore, quello lanciato dal sindacato, che rileva responsabilità da spalmare a più livelli, partendo dal singolo cittadino e arrivando più su, fino alle istituzioni.

80908b40-e23f-4ee9-817a-4b3eab198b70

Insomma: ignoranza, pochi controlli, scarsa prevenzione, e allora bisogna attrezzarsi. E molto possono fare le telecamere. Come quelle installate nel campo fotovoltaico in questione, nei pressi della strada comunale dell’Olmo. Che, come detto, sono riuscite a immortalare un uomo nell’atto di appiccare un incendio. Il campo ne ha subito qualche conseguenza, a livello di danni strutturali. Pochi, per la verità, stavolta. Ma nelle occasioni precedenti, è andata peggio.

La Group Glarix, con sede legale a Napoli, è l’azienda che ha in gestione la manutenzione del sito. Ed è ormai un decennio che subisce gli effetti non solo delle razzie di rame (si sa, i campi fotovoltaici fanno gola a bande di criminali specializzate nella “materia”), ma anche dei roghi. E, hai voglia a rasare l’erba incolta: quando tutto intorno si distende campagna a perdita d’occhio, il riverbero qualche effetto lo produce sempre.

Video | L'arrivo dell'uomo

Ebbene, il 2 settembre scorso è stata la quarta volta, a partire da maggio, che un rogo ha finito per colpire il campo. In altre circostanze alcune costose apparecchiature hanno subito danni, calcolabili in decine di migliaia di euro. Questa volta è andata meglio, perché un tecnico incaricato si è fiondato sul posto e, usando alcuni estintori, è riuscito a contenere le fiamme. E perché, come si nota dalle immagini, l'erba era in quel momento piuttosto bassa, tagliata da poco.

Di sicuro, è la prima volta che le telecamere riescono a centrare il bersaglio, registrando tutto dalle 9,45 circa, quando è iniziato il rogo, fino alle 11, quando è stato definitivamente spento. Nelle precedenti tre circostanze, non erano riuscite a inquadrare sagome umane o vetture sospette. Ma questa volta, forse perché chi ha agito l'ha fatto cambiando lato e perché si è avvicinato troppo al sito, è andata diversamente. Le immagini finiranno a breve in mano ai carabinieri, dopo un primo passaggio già avvenuto sul posto dei militari della tenenza di Copertino. Si è in attesa del deposito della denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al quarto incendio, le telecamere del campo fotovoltaico immortalano un soggetto

LeccePrima è in caricamento