Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Via Goffredo Mameli

Notte rovente a Copertino: in fiamme un escavatore e una vecchia Mercedes

Il mezzo è della Edilambiente di via Mollone. E' andato completamente distrutto. L'autovettura invece di un carabiniere, ma il rogo dovrebbe essere accidentale

L'auto distrutta a Copertino.

COPERTINO – Una notte insonne e rovente, a Copertino, scandita dalle fiamme, divampate in luoghi e orari diversi. Per ben due volte squadre dei vigili del fuoco di Veglie hanno dovuto raggiungere la zona per domare roghi che hanno avvolto e distrutto prima un escavatore, poi una vecchia Mercedes classe C. In entrambi i casi indagano i carabinieri della tenenza locale. La circostanza che gli incendi siano avvenuti nello stesso comune è però casuale. I fatti sono del tutto slegati fra loro. 

Escavatore di una ditta edile distrutto

Potrebbe essere di natura dolosa, ma per il momento non c’è alcuna prova tangibile che lo dimostri, l’incendio che intorno alle 22 ha colpito un mezzo da lavoro della ditta Edilambiente Srl, di proprietà di un imprenditore 44enne.

I vigili del fuoco non hanno trovato tracce particolari, ma i carabinieri intendono fugare ogni dubbio e non escludono che qualcuno possa aver voluto colpire l'azienda edile. Purtroppo, però, non ci sono telecamere nel punto in cui è divampato l’incendio e questo segna un punto a sfavore per le indagini.

L’escavatore si trovava un terreno aperto, sempre di proprietà della società, in via Mollone, quindi ipoteticamente di facile accesso a qualche malintenzionato, e gli operai lo stavano impiegando per smuovere del materiale che successivamente sarebbe stato smaltito.  

Mercedes di un carabiniere in fiamme

Intorno all’una di notte, poi, i vigili del fuoco sono dovuti tornare a Copertino, questa volta in pieno centro, per un’autovettura che ha preso fuoco all’improvviso. L’auto, una vecchia Mercedes Classe C, era ferma da qualche tempo in via Goffredo Mameli e prossima alla demolizione.

Di proprietà di un carabiniere in servizio presso la stazione di Carmiano, nelle vicinanze c’era anche la sua autovettura nuova, che non ha subito alcun danno. In questo caso, s’ipotizza che l’evento sia stato accidentale. Non ci sono segni di dolo, né altre tracce particolari. I danni, di certo, sono stati notevoli. Il fumo ha annerito la parete dell’abitazione accanto alla quale era stata parcheggiata, fino alla sommità della palazzina.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte rovente a Copertino: in fiamme un escavatore e una vecchia Mercedes

LeccePrima è in caricamento