Assalti ai distributori: automobilista rapinato mentre fa benzina, poi due "spaccate"

La disavventura a un imprenditore agricolo 44enne di Leverano. A mezzanotte bloccato nella Esso di Copertino, in via Amendola, da due soggetti in moto. Poco prima dell'alba, fra Martignano e Strudà, furto tentanto nella Total e riuscito nell'Agip, sfondando le vetrate. Ieri altra rapina a San Donato

La Esso di via Amendola a Copertino (foto di Antonio Quarta). Sotto, un vigilante di Alma Roma.

LECCE – E’ stata una notte molto movimentata, quella appena trascorsa, con tre razzie nello spazio di poche ore (una rapina e due “spaccate” fra Copertino, Martignano e Vernole), che si aggiungono a un’altra rapina avvenuta nel pomeriggio di ieri a San Donato di Lecce. In tutti i casi, esiste un comun denominatore: teatro degli assalti sono stati distributori di carburanti.

L’episodio più inquietante è avvenuto intorno a mezzanotte. Un malcapitato imprenditore agricolo 44enne di Leverano s’è trovato di fronte due malviventi, arrivati nell’area di servizio Esso di Copertino, in via Giovanni Amendola, prosecuzione di via Vecchia Leverano, a bordo di una moto scura di grossa cilindrata. I rapinatori hanno letteralmente colto di sorpresa l’uomo, fermo in piedi, con l’erogatore del distributore self-service in mano. Stava facendo rifornimento alla sua autovettura.

Una vera e propria disavventura, quella vissuta dal 44enne. I due avevano caschi integrali, quindi lineamenti ben coperti. Quando si sono presentati nella piazzola, davanti alle pompe di benzina, non ha dato particolare peso alla loro presenza. Avrà pensato che fossero centauri giunti a loro volta per riempire il serbatoio.

Il quadro della situazione è però cambiato in un istante, quando il passeggero è sceso dalla moto, gli si è avvicinato e senza esitazioni gli ha puntato contro una pistola, intimandogli di cedere il denaro. L’imprenditore agricolo è stato costretto a consegnare allo sconosciuto il portafogli. Dentro c’erano 110 euro. Il rapinatore ha sfilato le banconote e restituito il borsello.

I due sono quindi subito fuggiti a gran velocità, lasciandosi Copertino alle spalle e puntando verso Leverano. Una rapina fulminea, nel vero senso della parola: tutta l’azione è durata lo spazio di un minuto, forse anche meno.

La vittima ha composto il 112 con il suo cellulare e sul posto sono arrivati i carabinieri della tenenza copertinese. I militari hanno acquisito i filmati di videosorveglianza, che però non sembrano fornire molti dettagli utili. La targa della moto (modello imprecisato) è difficilmente leggibile, ma d’altro canto gli stessi carabinieri sospettano che il mezzo possa essere rubato.   

Non bastasse questo, a notte fonda, quasi prima dell’alba, s’è riaffacciata sulla scena la “banda delle spaccate”. Ben due le stazioni di servizio prese di mira nello spazio di circa mezzora. La relativa vicinanza delle zone in cui sono avvenuti gli episodi lascia ipotizzare che si tratti sempre degli stessi individui.

IMG_3240-2Il primo caso risale alle 3,35. I malviventi hanno agito in territorio di Martignano, prendendo di mira la Total che sorge lungo la provinciale 30. L’allarme era però collegato alla centrale operativa dell'istituto di vigilanza Alma Roma. Le guardie giurate sono arrivate in pochi istanti sul posto, trovando la vetrina del bar in frantumi e un grosso masso per terra, usato per abbatterla. Avvisati carabinieri e proprietario, sembra che dentro non sia stato rubato nulla. L’intervento della vigilanza ha probabilmente contenuto i danni.

Forse anche per questo mezzo fallimento, intorno alle 4,10 la banda è tornata in azione, spostandosi però verso Strudà, frazione di Vernole, per infrangere la vetrata di un altro bar annesso ad area di servizio carburanti, l’Agip collocato sulla provinciale per Lecce.

Questa volta sembra che abbiano usato direttamente il veicolo in cui si trovavano come “ariete”. Una volta all’interno, hanno sottratto una slot-machine e si sono subito volatilizzati, perché anche in questo caso erano nel frattempo ancora una volta per strada le guardie giurate di Alma Roma. Il danno è in via di quantificazione. Le indagini su entrambi gli episodi sono in mano ai militari della compagnia di Lecce, che stanno vagliando i nastri del sistema di videosorveglianza di tutt’e due gli impianti.

Risale invece a ieri pomeriggio un’altra rapina, all’interno della stazione di servizio Total Erg di San Donato di Lecce, sulla via per San Cesario. Ad agire, questa volta, un malvivente solitario, arrivato nell’area a bordo di un furgone Fiorino, con passamontagna e pistola. Minacciando l’operaio, ha sottratto 300 euro ed è fuggito, per poi però abbandonare il veicolo poco dopo e dileguarsi a piedi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella foga, infatti, s’è andato a schiantare, danneggiando il Fiorino che è peraltro risultato rubato a Lequile il 15 maggio scorso. Anche su questa rapina indagano i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Lecce. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento