Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

Il corpo ormai senza vita di Donato Conte, l'anziano di Copertino di cui si era persa ogni traccia dalla tarda mattinata di ieri, è stato rinvenuto nel pomeriggio in una zona che si raggiunge dalla Leverano-Nardò. Stroncato da un malore

COPERTINO – La bicicletta con il cestello appoggiata su un tronco di ulivo, in mezzo alla terra rossa. Il corpo, adagiato poco più in là, non lontano da una costruzione rurale. Donato Conte, l’anziano di Copertino di cui non si erano avute più notizie fin dalla tarda mattinata di ieri, purtroppo è stato trovato senza vita in una zona di campagna lontana dal centro abitato. Un luogo che si raggiunge addentrandosi da una traversa nei pressi della provinciale che collega Leverano a Nardò. A rinvenirlo, casualmente, una donna che abita nelle vicinanze. Subito sul luogo si sono recati vigili del fuoco, squadre di protezione civile, carabinieri.   

Video | Le ricerche anche in elicottero

Inutile, dunque, si è rilevato il dispiegamento di forze messo in atto, con droni e un elicottero. Per tutta la mattinata e fino al momento del tragico ritrovamento dell’80enne, si sono battute le campagne con il nucleo cinofilo e con gruppi di ricerca ai quali si sono unite numerose associazioni di volontariato. E si sono sondate le celle telefoniche, mappando il territorio, nella speranza che l’attività desse buoni frutti.

Uscito attorno alle 10,30 per una passeggiata in bicicletta, arrivato in una zona di campagna, all’improvviso Conte si era accorto di non riuscire più a orientarsi. Ha parlato con la figlia, per telefono, cercando il modo di rientrare. Poi, però, la batteria s’è scaricata e da quel momento non si è avuta più alcuna notizia. Già ieri, dopo la denuncia di scomparsa presso la tenenza dei carabinieri, erano iniziate le prime attività di ricerca, con vigili del fuoco e protezione civile in prima linea.

WhatsApp Image 2020-07-08 at 17.02.21-2

Oggi, sempre con il coordinamento del comando provinciale di Lecce dei vigili del fuoco, le operazioni erano ricominciate in maniera massiccia, potendo contare sulla luce del sole e, quindi, giovarsi anche di mezzi aerei. I vigili del fuoco avevano allestito l’unità di comando locale, con il presidio di due uomini del servizio Tas (Topografia applicata al soccorso), per gestire le aree da perlustrare, mappando le zone nel corso delle ricerche. E, in ausilio di altre squadre, erano intervenuti anche i vigili del fuoco del nucleo cinofilo e quelli del Sapr (Sistemi aeromobili e pilotaggio remoto) che, con i droni in dotazione, hanno perlustrato  l’intera zona. Alle operazioni ha partecipato anche un elicottero Ab 412 del reparto volo dei vigili del fuoco di Salerno.

Le ricerche si erano concentrate nel raggio di 3 chilometri dall’ultima cella telefonica che il cellulare dell’anziano scomparso aveva agganciato, prima che non si sapesse più nulla di lui. Ma è probabile anche che abbia continuato a camminare, nella speranza di trovare il modo di ritrovare una strada, qualche elemento a lui noto. Purtroppo, però, fra il panico, il caldo feroce e gli acciacchi dell’età, deve essere sopraggiunto un malore che l’ha stroncato.

WhatsApp Image 2020-07-08 at 17.12.26-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento