rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Sul posto inviata una motovedetta / Tricase

Corrente forte, ragazzini in difficoltà al largo del porto. Recuperati e salvati

Disavventura nel pomeriggio di ieri a Tricase porto per due 14enni che non riuscivano più a fare rientro verso la riva. Dopo l’allarme lanciato da un cittadino, operazione a buon fine della guardia costiera con l’ausilio del personale del cantiere Hobby Nautica

TRICASE - Primi bagni di stagione e con le correnti generate dai venti, che sino a ieri hanno spirato sulla dorsale adriatica, le insidie non mancano anche per i bagnanti più esperti e negli specchi acquei apparentemente più tranquilli.

E’ quanto accaduto nel pomeriggio di ieri lungo il litorale nord di Tricase porto a due ragazzini, poco più che 14enni, che dopo un tuffo in mare, spinti poco più al largo, proprio in considerazione della spinta delle correnti hanno avuto serie difficoltà a fare rientro verso la riva. La situazione di potenziale, quanto di attuale pericolo, visto che nonostante i tentativi, i ragazzini non riuscivano ad avvicinarsi verso il porto tricasino, è stata subito compresa da un cittadino presente sul litorale che ha immediatamente allertato la sala operativa della capitaneria di porto.

Prontamente è stata inviata nella zona una motovedetta, partita dal porto di Leuca, e per accelerare le operazioni di intervento, il comandante dell’ufficio locale marittimo di Tricase, Fernando Chiriacò, ha disposto l’impiego di mezzi e personale presenti nell’area del porto.

In particolare, sempre con il coordinamento dell’autorità marittima di Gallipoli, veniva reperita un’imbarcazione già disponibile nell’area portuale, e il personale del cantiere Hobby Nautica, riusciva a raggiungere i due quattordicenni e a recuperarli in buone condizioni di salute. Attività completata poi dal personale della guardia costiera.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corrente forte, ragazzini in difficoltà al largo del porto. Recuperati e salvati

LeccePrima è in caricamento