"Cosa hai somministrato a mia madre?" E prende a pugni il medico del 118

Una donna aveva assunto una dose eccessiva di psicofarmaci. Ma dopo un'iniezione, s'è scatenato il figlio. Che è stato denunciato

Foto di repertorio.

LECCE – Erano andati in quell’abitazione, una casa popolare in una palazzina del quartiere Stadio di Lecce, per soccorrere una donna di 45 anni. Alla fine, proprio uno dei soccorritori è stato costretto a fare ricorso alle cure dei suoi colleghi, quando è stato preso a pugni in un momento d’ira dal figlio 27enne. E’ successo a cavallo della notte fra il 13 e il 14 giugno. E sul posto è dovuta intervenire una volante di polizia per sedare la situazione, evitando che degenerasse. Alla fine il giovane è stato denunciato per lesioni a pubblico ufficiale.

Il lavoro di medici e infermieri del 118, si sa, è duro. Non mancano i rischi professionali che si devono assumere quando bisogna capire, al volo, come agire in momenti critici. E, qualche volta, purtroppo, succede anche di ritrovarsi alle prese con animi un po’ troppo surriscaldati. Proprio come in questo caso, in cui sono stati chiamati ad aiutare una donna, che al momento si trova agli arresti domiciliari, ma alla fine si sono ritrovati loro a dover chiedere aiuto.

A quanto pare, la 45enne aveva assunto dose eccessiva psicofarmaci. Sul posto sono così arrivati gli operatori del 118 che hanno provveduto con un’iniezione. La donna s’è svegliata poco dopo, ma è stata colta da una crisi di panico. E’ stato in quel momento che il figlio, il quale sicuramente avrà avuto un moto di preoccupazione anche comprensibile, ha agito, però, con troppa “decisione”. Tanto che, con modo molto aggressivo, ha chiesto al medico cosa avesse somministrato alla madre, arrivando anche a sferrargli un pugno.

A quel punto, è stato necessario chiamare la polizia. Gli agenti hanno identificato e denunciato il giovane, mentre il medico si è fatto visitare al pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi”. La prognosi è di dieci giorni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Protezione civile: allerta gialla per possibilità di neve in tutta la regione

Torna su
LeccePrima è in caricamento