Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

"Così ripuliamo la scuola dalle scritte sui muri"

Gli studenti della scuola media "Stomeo-Zimbalo", nel quartiere "Stadio", e i ragazzi della parrocchia "San Giovanni Battista" hanno riportato i muri a nuovo dopo gli imbratti dei giorni scorsi

"Armati" di pennelli, secchi di vernice, tute e occhiali di protezione, gli studenti delle terze classi della Media "Stomeo-Zimbalo" di via Siracusa a Lecce, nel quartiere "Stadio", insieme con i ragazzi della parrocchia "San Giovanni Battista", hanno provveduto ieri pomeriggio a ripulire i muri di recinzione della loro scuola. L'edificio era stato infatti preso di mira nei giorni scorsi da ignoti, i quali avevano imbrattato con scritte e segnacci il muro di recinzione dell'edificio.

"Loro sporcano - dice Fabiola, 13 anni - e noi copriamo gli obbrobri. Nessun problema. Anzi, è un modo per tenere pulita la scuola divertendoci". L'iniziativa, già sperimentata con successo presso un''altra scuola della città, è stata sostenuta dal Comune di Lecce: "E' una esperienza veramente lodevole - dice l'assessore alla Pubblica istruzione Andrea Corvaglia - e mi preme sottolineare soprattutto il coinvolgimento di tanti giovani della parrocchia, ex studenti tra l'altro della scuola. Questa è una zona molto particolare motivo per il quale assume una caratterizzazione assai significativa".

A seguire i ragazzi durante la pulitura dei muri, c'erano ieri anche gli insegnanti dello "Stomeo Zimbalo". Tra questi, Giuseppe Mangiacavallo, ha tenuto a dire "che iniziative come queste hanno l'obiettivo di sensibilizzare in particolare modo le nuove generazioni verso il rispetto dell'ambiente e al contempo delle strutture in cui crescono e si formano"


In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Così ripuliamo la scuola dalle scritte sui muri"

LeccePrima è in caricamento