Cronaca

Crisi Manifattura Tabacchi: nuovo sciopero per gli ex dipendenti Bat

Una ventina di lavoratori confluiti in Hds, in seguito al piano di riconversione industriale, hanno denunciato la mancata locazione degli spazi per dare avvio alla nuova attività. Lunedì sciopero e manifestazione in Provincia

 

LECCE - Non c'è pace per gli ex dipendenti della Manifattura Tabacchi di Lecce. Tira di nuovo aria di tempesta nel sito produttivo di Lecce, interessato dal piano di riconversione indutriale dopo la cessata produzione di sigarette per conto del colosso britannico British American Tobacco.

I lavoratori dipendenti della ditta Hds Green Energy srl , partecipata al 100 per cento dalla società Hds Facility Management spa, interessati dal processo di riconversione (così come previsto dall'accordo siglato presso il ministero dello Sviluppo economico nel dicembre 2010), hanno deciso di denunciare "la mancata locazione degli spazi all'interno della struttura dell'ex manifattura, a seguito di dispute legate al contratto d'affitto".

E per questo stanno affilando le armi dello sciopero, proclamato per lunedì 30 gennaio dalle sigle Filcams Cgil, Uiltucs Uil e Cisal.

A partire dalle ore 9, presso la sede della Provincia di Lecce, si terrà anche un sit-in di protesta "per definire, una volta per tutte, l'inizio delle attività lavorative e dar vita alle promesse fatte sul territorio di Lecce, circa l'occupabilità di tutte le maestranze, ex dipendenti Bat e ditte terze", comunicano i sindacati nella lettera inviata a tutti gli enti, le autorità del territorio e le aziende coinvolte nel problema.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Manifattura Tabacchi: nuovo sciopero per gli ex dipendenti Bat

LeccePrima è in caricamento