Cronaca Gallipoli

Crolla la gru e parte l'operazione antinquinamento

Il mezzo stava effettuando il posizionamento dei frangiflutti sul molo del Canneto di Gallipoli. Il ribaltamento ha provocato la fuoriuscita di gasolio in mare. Intervenuta la Capitaneria di porto

porto-gallipoli

Rischio inquinamento scongiurato nelle acque di Gallipoli a causa di un incidente meccanico verificatosi questa mattina, intorno alle 8, sul molo del Canneto. La gru di un camion che stava posizionando blocchi di cemento in prossimità della banchina per la protezione della scogliera, è precipitata in acqua danneggiando quattro natanti che si trovavano attraccati al molo. Il mezzo si è ribaltato per cause ancora da stabilire mentre il gasolio dei serbatoi si è versato nel mare antistante il molo. Nessuna conseguenza per le persone, ma il materiale infiammabile finito in mare ha creato non poche preoccupazioni agli uomini della Capitaneria di Porto di Gallipoli.

Non appena i militari sono stati avvertiti dell'incidente hanno avviato immediatamente una operazione antinquinamento. Il comandante della Capitanerai di porto Giacomo SALERNO, ha provveduto a fare circoscrivere il gasolio utilizzando una serie di panne assorbenti, il cui scopo è proprio quello di impregnarsi e trattenere il liquido oleoso. Il pericolo era infatti che il gasolio, anche se il quantitativo versatosi in mare non fosse elevato, si estendesse lungo tutto il molo del Canneto. Il mezzo in avaria è stato posto sotto sequestro.

L'operazione si è conclusa pochi minuti fa con l'ausilio di una autocisterna che ha provveduto ad aspirare il liquido oleoso. Da Taranto intanto è giunta a Gallipoli una gru di dimensioni più grandi, che sarà utilizzata per sollevare il mezzo andato in avaria e a completare i lavori di posizionamento dei frangiflutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla la gru e parte l'operazione antinquinamento

LeccePrima è in caricamento