menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crolla un solaio nell'ex Opis: edificio sgomberato, Asl dispone la manutenzione

Il cedimento si è verificato nella notte,senza conseguenze. Tecnici al lavoro per verificare i danni; l'ufficio Vaccinazioni tornerà operativo lunedì 28 maggio

LECCE - Un incidente, fortunatamente privo di conseguenze, si è verificato nell’edificio ex Opis della Cittadella della Salute di Lecce: nel cuore della notte è crollato, infatti, l’intero solaio di una stanza al primo piano.

Il cedimento non ha provocato danni a cose e persone perché il locale, a quell’ora, era deserto. Non vi erano dottori né infermieri, né utenti e neppure il personale addetto alle pulizie. “Ma già normalmente, durante le ore del giorno, quell’ambiente è inutilizzato ed inutilizzabile, e quindi la portata dell’incidente è ridotta” precisa il direttore della Asl di Lecce, Ottavio Narracci.

Poco male, dunque, ma l’allarme sulla sicurezza dell’intera struttura è comunque scattato. La stanza interessata dal cedimento, infatti, si colloca nella palazzina dell’ex Opis, una struttura datata che, al piano terra, ospita l’ufficio Vaccinazioni, normalmente gremito di utenti, genitori e minori.

L’edificio, dove hanno sede anche la Medicina del Lavoro e il Collegio medico Asl, è stato sgomberato e le attività sospese a scopo precauzionale.  I tecnici della Asl si sono immediatamente messi al lavoro per verificare le origini del crollo, quantificare i danni e disporre tutti gli interventi di manutenzione che si renderanno necessari.  

La direzione generale della Asl ha infatti dato disposizione all’area tecnica aziendale di effettuare la verifica statica degli edifici, prevedendo eventuali interventi di messa in sicurezza per garantire l’incolumità pubblica.

Le attività di vaccinazione potranno riprendere non prima di lunedì 28 maggio al secondo piano del Poliambulatorio di piazzetta Bottazzi. Intanto la Asl sta provvedendo ad un trasloco dei faldoni e delle strumentazioni all’interno dei locali vuoti del distretto sociosanitario, più precisamente negli uffici che ospitano i servizi dell’Alpi, l’attività libero professionale intramuraria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento