rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Trepuzzi / Strada Statale 613

Rapinatori violenti, rubano i soldi e feriscono un addetto alla gamba

L'assalto intorno alle 18,30 nel piazzale del distributore Q8 sulla Brindisi-Lecce, fra Squinzano e Trepuzzi. Tre i malviventi, armati di fucile e scappati con 750 euro su una Fiat rossa. Un operaio colpito con il calcio dell'arma

 

TREPUZZI - Violenta rapina, nel tardo pomeriggio, nel distributore di benzina Q8 che sorge sulla strada statale 613 Brindisi-Lecce, in direzione di quest'ultimo comune, a metà fra i comuni di Trepuzzi e Squinzano. L'assalto è stato messo a segno intorno alle 18,30 da tre malviventi giunti a bordo di una Fiat uno di colore rosso, quasi sicuramente rubata. Tutti avevano i volti coperti da pesanti sciarpe e uno di loro era armato di un fucile a canne mozze. Non è improbabile che provenissero dalla provincia di Brindisi, come altri banditi che di recente hanno imperversato in tutto il nord Salento, ed è anche in questa direzione che sono rivolte le indagini.

Certo è che due sono scesi dall'auto e che uno, in particolare, ha spianato l'arma, mentre il complice attendeva a motore acceso, pronto alla fuga. In quel momento, presso il distributore, era presente anche un veicolo, giunto per fare rifornimento. A bordo, una coppia. I primi a essere derubati sono stati proprio loro, costretti ad allungare 50 euro che avevano con sé.

Poi, come da rituale, è toccato all'addetto alle pompe di benzina dare i soldi, sotto la minaccia dell'arma. In tasca, l'uomo, aveva circa 700 euro, l'incasso raggiunto fino a quel momento. Arraffato il denaro, i malviventi, hanno deciso di puntare anche verso il bar, forse perché devono aver adocchiato movimenti da parte dell'impiegato che si trovava dietro al bancone.

Una volta entrati, però, non l'hanno trovato, e, temendo che si fosse allontanato in un luogo più appartato per chiamare le forze dell'ordine, hanno anche sfondato la porta del bagno e fatto il giro del locale. Non riuscendo a rintracciarlo, nei secondi preziosi che scorrevano, i rapinatori sono entrati in agitazione e il malvivente armato di fucile s'è avvicinato all’addetto già rapinato e, domandandogli dove fosse finito il barista, quasi per sottolineare che non avevano intenzione di scherzare, l'ha colpito violentemente con il calcio dell'arma ad un ginocchio, facendolo crollare per terra.

Subito dopo, i tre sono fuggiti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile di Campi Salentina e del nucleo investigativo di Lecce, per avviare le indagini, oltre ad un'ambulanza del 118, per medicare il giovane, poi condotto presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce per accertamenti, anche se le sue condizioni non sono gravi. E’ stato infatti trasportato in codice verde. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatori violenti, rubano i soldi e feriscono un addetto alla gamba

LeccePrima è in caricamento