Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Sei cuccioli scaraventati nell’immondizia, due estratti già morti. Parte l’esposto

E' stata una donna, nel primo pomeriggio di ieri, a fare la macabra scoperta, in via Monte Volture, a Torre San Giovanni. Gli animali erano stipati in una busta di plastica che erta stata gettata in uno dei cassonetti dei rifiuti. Salvi in quattro

I quattro esemplari ancora vivi.

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento) – Sei cuccioli di cane, di cui due purtroppo già morti, sono stati trovati nel pomeriggio di ieri a Torre San Giovanni, marina di Ugento, in un sacco di plastica depositato all’interno di un cassonetto dei rifiuti. La macabra scoperta è stata fatta da una donna, poco dopo l’ora di pranzo. Avvicinandosi ai contenitori, in via Monte Volture, ha udito con sempre maggiore chiarezza i lamenti degli animali ancora vivi. Immediatamente è stata allertata la polizia locale di Ugento che hanno preso in custodia gli animali.

A darne notizia, Angelo Minenna, consigliere comunale del Partito dei comunisti italiani di Ugento, che sulla vicenda ha presentato un esposto alla Procura di Lecce per tramite del corpo forestale dello Stato. Un esposto è stato preparato per essere inoltrato, attraverso il corpo forestale dello Stato, alla Procura della Repubblica di Lecce. Che ci sia una palese violazione di legge, oltre che del comune senso di umanità, è del resto certo: la legge 189 del 2004 prevede una reclusione da 3 mesi a un anno, e una multa da 3 a 15 mila euro (la pena è aumentata della metà se dai fatti deriva la morte dell’animale).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei cuccioli scaraventati nell’immondizia, due estratti già morti. Parte l’esposto

LeccePrima è in caricamento