Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Cuccioli di cani usati per accattonaggio, denunciati due giovani romeni

La segnalazione di una cittadina leccese ha fatto scattare la sezione di polizia ambientale della municipale leccese. I due, visti gli agenti, hanno tentato la fuga. Bloccati anche grazie ad una guardia giurata di Alma Roma

 

LECCE – Sono davvero tanti i modi che si possono usare per cercare di intenerire i passanti e spillare loro qualche moneta. C’è chi si fa scudo di bimbi in tenera età e chi di cuccioli di animali. In tutti i casi, incolpevoli strumenti nelle mani degli adulti. E qualche volta, di certi, censurabili comportamenti, qualcuno ne paga le conseguenze. Come accaduto a due giovani rumeni, che sono stati fermati dalla sezione di polizia ambientale della municipale leccese e denunciati per maltrattamenti di animali, oltre che di resistenza a pubblico ufficiale. Tutto grazie alla segnalazione di una cittadina leccese, indignata dopo aver visto tre cagnolini nelle loro mani, usati per accattonaggio.

La pattuglia della polizia municipale è intervenuta questa mattina in viale Marconi, all’altezza del Castello di Carlo V, dove si trovava una coppia di giovani stranieri, con i tre cuccioli al seguito. Quando hanno visto la pattuglia, i due hanno cercato di fuggire, ma sono stati comunque bloccati, anche 31072012_002-2grazie alla collaborazione di un vigilante in servizio dell’istituto “Alma Roma”. Raggiunti e accompagnati al comando di polizia municipale, per essere identificati, a loro carico il pubblico ministero di turno ha disposto la denuncia a piede libero.

I cuccioli, invece, sono stati posti sotto sequestro e affidati in custodia giudiziale al canile sanitario comunale.  L’operazione eseguita dagli agenti di polizia municipale rientra nell’ambito dell’attività volta al rispetto delle ordinanze dirigenziali e della normativa in materia d’igiene pubblica e tutela ambientale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuccioli di cani usati per accattonaggio, denunciati due giovani romeni

LeccePrima è in caricamento