Cronaca

Custodiva un arsenale con bombe, pistole e coltelli: in manette carrozziere

Le armi da sparo e la bomba da mortaio sono state messe in sicurezza dalla sezione artificieri del comando provinciale dei carabinieri

LECCE – Custodiva in casa e nella sua attività commerciale, una carrozzeria, un vero arsenale: una pistola calibro 8 (a salve ma alterata e priva di tappo rosso), una pistola calibro 9 priva di matricola e marca con relativo munizionamento, una bomba da mortaio tipo Brixia modello 35/39, una sciabola, 30 coltelli a serramanico di varieCAPUTO Claudio-2 dimensioni e foggia, 11 pugnali di varia tipologia e due tirapugni in ferro. Su Claudio Caputo, 46enne carrozziere di Monteroni, da tempo si erano concentrate le attenzioni dei carabinieri della locale stazione. I sospetti e la minuziosa attività d’indagine svolta dai militari, si sono concretizzate con le perquisizioni. Il 46enne è stato arrestato per detenzione illegale di armi comuni da sparo con relativo munizionamento e detenzione di armi da guerra.

, intervenuti sul posto. Tutte le altre armi sono state sequestrate. Caputo, su disposizione del magistrato di turno, Massimiliano Carducci, è stato trasferito nel carcere di Borgo San Nicola. Nei prossimi giorni comparirà dinanzi al giudice per l’udienza di convalida in cui dovrà fornire spiegazioni sul possesso di un simile arsenale, sulla provenienza delle armi e soprattutto sulla loro destinazione d’uso. Proseguono intanto le indagini dei carabinieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Custodiva un arsenale con bombe, pistole e coltelli: in manette carrozziere

LeccePrima è in caricamento