rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Surbo

Dà fuoco a una autovettura, poi fugge su un monopattino

E’ caccia alla persona immortalata dalle telecamere di sorveglianza, mentre incendia, intorno alle 2.30, la Golf di un operaio, parcheggiata in via Einaudi a Surbo. Non sono ancora chiare invece le cause de rogo, avvenuto alle 4, di una Fiat Grande Punto, in via Poggiardo, a San Cassiano

SURBO/ SAN CASSIANO - Ha versato del liquido infiammabile su una autovettura, parcheggiata in via Luigi Einaudi, a Surbo, e dopo aver appiccato il fuoco, si è dato alla fuga con un monopattino, facendo perdere le proprie tracce.

Ma le sequenze dell’azione messa a segno nel cuore della notte da una persona, col volto travisato, sono state immortalate nei filmati ripresi dalle telecamere di sorveglianza finiti nelle mani dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile giunti sul posto, dopo la segnalazione di un passante.

I militari sono intervenuti intorno alle 2.30 con i vigili del fuoco che sono riusciti a estinguere le lingue di fuoco. Per fortuna le fiamme hanno provocato danni solo alla parte anteriore della carrozzeria della vettura presa di mira, senza coinvolgere altri mezzi o persone.

Si tratta di una Golf  intestata a un operaio metalmeccanico, di 47 anni, originario di Lecce, ma residente nella vicina Surbo.

Sarà il personale dell’Arma ad andare a fondo in questa vicenda per risalire al responsabile del quale, come detto, si ha traccia nei video.

L'auto incendiata a San Cassiano-2Non si conosce invece ancora l’origine del rogo, se doloso o dovuto a un guasto che, un paio d’ore dopo, intorno alle 4, ha interessato una Fiat Grande Punto, parcheggiata in via Poggiardo, a San Cassiano, (nella foto in pagina) di cui è proprietaria una ventiduenne del posto.

Anche in questo caso non sono stati coinvolti altri veicoli ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Ma gli sforzi dei "caschi rossi" non sono bastati a contenere i danni: del mezzo non è rimasto nulla. E’ stato completamente distrutto.

Le indagini sono affidate ai carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Maglie che durante il sopralluogo, hanno passato al setaccio la zona senza riuscire a trovare elementi utili, come la presenza di telecamere di sorveglianza, a chiarire le cause dell’incendio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà fuoco a una autovettura, poi fugge su un monopattino

LeccePrima è in caricamento