Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Da tutta la penisola per spacciare nelle discoteche del litorale adriatico, cinque gli arresti

Sono tutti poco più che ventenni, provenienti dal barese, dalla Campania e dal Lazio, i cinque ragazzi arrestati dai carabinieri della compagnia di Maglie perché sorpresi a spacciare nelle discoteche della costa adriatica. Arresti giunti al termine di una vasta operazione che ha visto l'impiego di trenta uomini

LECCE – L’estate salentina è ormai nel suo momento clou e i locali della costa adriatica sono letteralmente presi d’assalto da migliaia di ragazzi provenienti da tutta Italia. Una massiccia presenza di turisti che, inevitabilmente, diventa un’appetitosa piazza di spaccio per piccoli pusher in cerca di soldi facili e che, giunti da tutta la penisola, si riversano nei locali notturni alla ricerca di giovani attirati dall’insano e costoso “sballo” della droga.

Un fenomeno che vede la costante e puntuale attività di contrasto dei carabinieri della compagnia di Maglie, diretti dal capitano Luigi Scalingi, che nell’ultimo fine settimana hanno svolto un servizio coordinato finalizzato alla prevenzione e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti all’interno dei locali notturni della costa orientale. Circa tre gli uomini della compagnia impiegati nell’operazione con il supporto di 10 autovetture. Una vasta operazione che ha portato risultati importanti sotto il profilo della legalità: ben cinque, infatti, gli arresti eseguiti.

Luca Michele Perciballi, 24enne di Ciampino (Roma), disoccupato, è stato sorpreso dai militari in flagrante attività di spaccio. Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di. 21 dosi di sostanza stupefacente del tipo mdma per un peso complessivo di 5,3 grammi. Giuseppe Deflorio, un operaio 25enne di Triggiano (Bari), è stato sorpreso mentre cedeva sostanza stupefacente. Immediatamente bloccato e sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di 5 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina per un peso complessivo di oltre tre grammi. 

Un commerciante di 27 anni barese, Ugo Fortunato, è stato sorpreso nelle medesime circostante degli altri giovani e pertanto, dopo essere stato aveva con sé 20 dosi di ecstasy. Giuseppina Cataldo, napoletana di 22anni, disoccupata, è stata notata mentre si aggirava in discoteca in atteggiamento sospetto.

La giovane donna aveva 10 dosi di mdma e 10 di hashish, oltre a due grammi 2 di ketamina, il tutto occultato all’interno di uno spazio ricavato nel reggiseno. Infine Virgilio Spinola, 21enne di Eboli (Salerno), è stato sorpreso dai carabinieri mentre tentava di spacciare droga ad alcuni giovani in discoteca e, sottoposto perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 12 dosi di sostanza stupefacente tipo cocaina per un peso complessivo di quasi 3 grammi, e 2 dosi di hashish, e di 80 euro ritenuti provento dell’ attività di spaccio. Gli arrestati, su disposizione del magistrato di turno, sono sfiniti agli arresti domiciliari presso le località in cui stanno trascorrendo le vacanze, che in due dei cinque casi, corrispondono a una stanza di hotel.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da tutta la penisola per spacciare nelle discoteche del litorale adriatico, cinque gli arresti

LeccePrima è in caricamento