Cronaca

Da un bagno all'altro con l'eroina e in casa trovano scarpe ricettate

Denunciata una 26enne, figlia del proprietario di un bar, dove gli agenti del commissariato di polizia di Taurisano s'erano fermati a prendere un caffè. Scoperta una prima bustina di eroina nella toilette. Poi, la perquisizione

 

UGENTO – Tutto è nato quasi per caso. Un agente che trova una bustina di eroina nella toilette di un bar di Ugento, una giovane donna, figlia del proprietario, che, appena entrata, accorgendosi della scena, fugge in un altro bagno, quello dell’abitazione attigua, i poliziotti che fanno irruzione in casa e trovano anche numerose paia di scarpe, di provenienza sospetta. E’ così che S.P., 36enne di Ugento, è stata denunciata a piede libero con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ma anche di ricettazione.

Questa mattina, durante un pattugliamento, un paio di agenti del commissariato di Taurisano, si sono fermati presso uno dei bar della vicina città di Ugento, per consumare un caffè. Ma, recatosi poco dopo in bagno, uno degli agenti, dopo aver scaricato l’acqua nel water, s’è accorto che da dietro la cassetta era caduto per terra un involucro di carta in cellophane trasparente. Dentro, alcuni grammi di eroina, per l’esattezza 6,1.

Proprio mentre l’agente stava uscendo dalla toilette per avvisare il collega del ritrovamento, la 26enne, che nel frattempo aveva fatto ingresso nel locale di proprietà della famiglia, accortasi di tutto, s’è rifugiata di corsa nella stanza da bagno in uso all’abitazione, comunicante con il bar, chiudendosi a chiave. Solo dopo ripetuti inviti, la ragazza ha finalmente aperto la porta. E’ così che gli agenti diretti dal vicequestore aggiunto Salvatore Federico hanno notato, alla base del water, immersi nell’acqua, alcuni frammenti di eroina in granelli, poi recuperati: peso netto, 0,3 grammi.

eroina-4-2Le sorprese, però, erano solo all’inizio. Durante la perquisizione del locale e dell’abitazione, in una stanza di quest’ultima, gli agenti hanno scoperto ben settantadue scatole contenenti scarpe da donna di varie marche, modelli e misure. La 26enne non avrebbe fornito valide giustificazioni sulla provenienza della merce, per cui le scarpe sono state sottoposte a sequestro. Si sospetta che possano essere state rubate in qualche negozio.

A tale proposito, il commissariato invita chiunque possa dimostrarne la proprietà, a presentarsi presso gli uffici di Taurisano, munito di copia della denuncia già presentata presso le forze dell’ordine, dalle 9 alle 12 di ogni mattina. Le marche sono: Opening Ceremony, Bstore, Shozz! e Chic.

In un altro servizio, questa volta nella stessa Taurisano, gli agenti, transitando via Marianna Daino, hanno notato parcheggiato un furgone Fiat Fiorino di colore bianco, risultato, ad un controllo, di provenienza furtiva. Il Fiorino è stato restituito al legittimo proprietario, di Presicce. Il furto risale al 7 maggio scorso. L’uomo aveva denunciato che ignoti, entrati da un giardino attiguo all’interno del garage di pertinenza dell’abitazione, si erano impossessati del furgone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da un bagno all'altro con l'eroina e in casa trovano scarpe ricettate

LeccePrima è in caricamento