Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Dà un passaggio in auto e gli "sparisce" il cellulare: nei guai madre e figlio

I due denunciati per ricettazione dai carabinieri di Gagliano del Capo. La nuova scheda inserita il giorno stesso del furto

GAGLIANO DEL CAPO – Madre e figlio finiscono nei guai per un telefono. Già, ora dovranno rispondere di ricettazione. T.M., studente 20enne, e P.S., operaia 48enne, originari della provincia di Torino, ma residenti a Gagliano del Capo, sono stati incastrati dai carabinieri della stazione locale, dopo la denuncia sporta da un ristoratore del basso Salento.

Fatale è stato per l’uomo, 41enne di Tricase, un gesto di generosità. Proprio così. Dopo aver concesso un passaggio in auto ad due ragazzi e averli accompagnati in centro, si è accorto di non avere più il suo cellulare Samsung S4.

All’inizio ha creduto di averlo scordato a casa, ma pensandoci e ripensandoci, ha capito che così non era. Il 10 settembre s’è recato presso la stazione dei carabinieri di Gagliano del Capo per sporgere denuncia. E gli accertamenti tecnici hanno permesso di stabilire che subito dopo il furto quel telefonino era già  in funzione e usato da un’altra persona. La nuova scheda era stata inserita già il giorno stesso della sparizione. Si è così risaliti Risalire all’intestatario dell’utenza. Per poi recati in casa per una visita, non proprio di cortesia.

Appena il giovane ha visto i carabinieri, ha capito subito le loro intenzioni e ha consegnato il cellulare. Spiegando, però, di averlo semplicemente trovato per terra. Ma la giustificazione non ha retto agli occhi dei carabinieri che hanno denunciato alla procura sia lui, sia la madre, intestataria dell’utenza telefonica, per ricettazione. Mentre il Samsung è tornato nelle mani del suo vero proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà un passaggio in auto e gli "sparisce" il cellulare: nei guai madre e figlio

LeccePrima è in caricamento