Dalla tentata estorsione a un imprenditore neretino l'inchiesta sul clan di Gela

Roberto Sechi, considerato uno dei referenti del clan dei Fiadanca, ospitò un suo concittadino ricercato dai crabinieri di Lecce

LECCE – E’ partita Da Nardò, dall’indagine sulla tentata estorsione a un imprenditore e sul tentato omicidio di Gianni Calignano l’inchiesta che ha portato a Genova all’arresto e al sequestro di beni di Roberto Sechi genovese 52enne, considerato uno dei referenti del clan dei Fiadanca di Gela nel capoluogo ligure.

A portare gli inquirenti sulle sue tracce è stata la decisione di accogliere a Genova Rocco Falsaperla, altro affiliato al clan dei Fiandaca, che nel giugno 2016 era stato arrestato a Genova dopo avere partecipato al tentativo di estorsione ai danni di un imprenditore neretino nel maggio 2016. La Procura di Lecce e il Nucleo investigativo dei carabinieri hanno seguito le tracce di Falsaperla, 45enne di Gela, sino a Genova, scoprendo che l’uomo aveva trovato rifugio da un conoscente residente nel capoluogo ligure: Roberto Sechi, già condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso nel 2006 nell’ambito di un’inchiesta sulle scommesse illegali e sottoposto a una misura di confisca dei beni 4 anni dopo, nel 2012. Per quei fatti Falsaperla, che nel capoluogo ligure aveva trovato ospitalità e lavoro, è stato condannato in primo grado a quattro anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’indagine della Procura del capoluogo salentino ha portato a investigare sugli affari del clan Fiadanca e sugli affari di Sechi, tornato più che mai attivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento