Dalle bollette scovano una donna. E sconta per tutti per la discarica abusiva

Lizzanello: bonificata l'area presa d'assedio da una schiera di sporcaccioni. E per una donna sanzione di 600 euro

LIZZANELLO – Ha pagato le bollette e la cosa l’è costata cara. Non solo per le bollette in sé, ma anche perché le ricevute delle utenze sono finite in una discarica abusiva, proprio nei pressi dell’isola ecologica di Lizzanello. Per inciso, non ancora operativa. Ma questo non ha certo frenato l'istinto di chi, in qualche distorto modo, ha deciso di fruirne.

Le bollette sono state scovate dagli agenti di polizia locale. Intestate a una donna di Castrì di Lecce, è stata raggiunta da un verbale di 600 euro. E’ ritenuta, proprio per via di nome, cognome e indirizzo, una delle persone che hanno alimentato una collinetta di rifiuti. Ha scontato per tutti, in buona sostanza.

IMG-20160621-WA0019-2Da qualche tempo, proprio intorno al centro di raccolta comunale alla periferia di Lizzanello, lungo la strada vicinale “Cricelli”, si stava creando un’orribile discarica abusiva, alimentata da più individui, che vi hanno abbandonato di tutto: rifiuti ingombranti, vecchi mobili, pneumatici, buste contenenti bottiglie di plastica.

Il sindaco Fulvio Pedone, d’intesa con la Monteco, ha così disposto un intervento per liberare l’area dai rifiuti, ma anche per prevenire che il fenomeno si riproponga. E visto che erano presenti al momento della bonifica anche gli agenti e che, fra le varie cose, sono spuntate anche le bollette della donna, è stato stilato il corposo verbale a suo carico.

L’amministrazione comunale, ora, ha deciso di orientare le telecamere del sistema di videosorveglianza anche verso il perimetro, proprio per filmare gli sporcaccioni di turno e riportarli a più miti consigli a suon di pesanti contravvenzioni.

"E’ indispensabile che si proceda insieme con i cittadini nel cambio di passo. Il nostro è un problema culturale, un problema di educazione, mi dispiace doverlo dire, ma temo sia la verità", commenta il primo cittadino. "Con i rifiuti, poi, il rapporto è controverso ed assai complesso".

"Bisogna superare la vecchia abitudine che porta ad eliminare immediatamente quello che non serve, ad allontanarlo da noi, dal nostro ambiente, perché è sporco, ingombrante e crea disordine", aggiunfe Pedone. "Il nostro istinto all’igiene ed alla pulizia domestica ci porterebbe ad eliminare subito i rifiuti, ma col nuovo sistema della raccolta differenziata questo istinto va rimodulato. Oggi i rifiuti vanno gestiti, conservati ed in un tempo organizzato eliminati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il livello di civiltà di una comunità si misura proprio nella sua capacità di invertire la tendenza e misurarsi con le nuove regole, riconoscendole come giuste e sforzandosi di rispettarle e di farle rispettare". "Da parte nostra - conclude - agiremo con rigore e perseveranza per stimolare gli irriducibili ad adeguarsi al rispetto delle regole, perché non è giusto che per l’arretramento di pochi debba risentire il senso civico dell’intera comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento