Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via Giuseppe Palmieri

Nuovo attentato al Bar Paisiello, fiamme su ingresso laterale e pedana del gazebo

A dicembre ignoti collocarono un ordigno che mandò in frantumi i vetri anche degli edifici vicini. La scorsa notte hanno usato liquido infiammabile, lanciando forse una bottiglia incendiaria. Sul posto volanti di polizia e squadra mobile. Le videocamere potrebbero aver ripreso qualche fase dell'attentato

LECCE – Tre mesi dopo gli ignoti hanno colpito ancora. Il “Bar Paisiello”, nel centro storico, quasi di fronte all'ottocentesco teatro-bomboniera da cui trae il nome, è stato vittima nella notte appena trascorsa di un secondo atto intimidatorio, dopo la bomba che la notte fra sabato 14 e domenica 15 dicembre portò uno scompiglio inaudito, mandando in frantumi anche i vetri degli edifici vicini.

Quel gesto fu particolarmente eclatante per le modalità e per i rischi stessi che gli attentatori si accollarono: collocando un ordigno contro la saracinesca della vetrata laterale del locale, in un luogo di passaggio costante, fra gli scenari della movida notturna, avrebbero potuto provocare anche vittime.

Forse anche per questo, la notte scorsa hanno preferito adottare un profilo più basso, pur ottenendo un effetto non meno inquietante e palese: passando presumibilmente a bordo di un ciclomotore lungo via Giuseppe Palmieri e fermandosi nello slargo dove si trovano gazebo e ingresso laterale, hanno appiccato un piccolo rogo, che si è poi estinto da solo.

E’ possibile che sia stata lanciata una bottiglia incendiaria, anche se non sono stati trovati vetri. Ad ogni modo, i segni di un icendio erano ben visibili ancora questa mattina sia sui gradini del portoncino, sia sulla pedana in legno.

Ancora una volta, dunque, i malviventi hanno sfidato le telecamere. E come già avvenuto nella prima occasione, gli investigatori avvieranno le indagini partendo proprio dai nastri. Sono diversi gli "occhi elettronici" disseminati in zona. Non solo quelli della stessa attività presa di mira, ma anche di altri locali commerciali vicini, senza contare quelli installati dal Comune nei pressi di Porta Napoli.   

Questa mattina, poco prima delle 8, i sopralluoghi della polizia. Erano presenti sul posto i dirigenti di squadra mobile e sezione volanti, i vicequestori aggiunti Sabrina Manzone e Antonio Ingrosso.

I soci titolari, che hanno preso l'attività in gestione alcuni mesi addietro, saranno ascoltati ancora una volta per cercare di fare chiarezza. Al momento, come sempre, non si esclude alcuna ipotesi.

Di certo, non si può fare a meno di notare come quest'attentato arrivi a distanza di appena nove giorni da un altro episodio, quello in cui alcuni malviventi hanno esploso colpi d'arma da fuoco contro la vetrata della caffetteria Santa Rosa di via Brenta, colpendo anche l'auto del titolare. Segnali che riconducono a un'unica pista? Agli investigatori della questura il compito di svelarlo.     

“Esprimo solidarietà ai gestori del Bar Paisiello per l’attentato incendiario subito la notte scorsa. Un tristissimo remake, purtroppo, ai danni dell’esercizio commerciale leccese". A parlare è Teresa Bellanova, sottosegretario al ministero del Lavoro. "Già nel dicembre scorso in occasione del primo attentato sono intervenuta chiedendo al ministro dell’Interno il potenziamento di organico e mezzi delle forze dell’ordine per contenere l’escalation di atti criminosi sul territorio salentino".

"Gli esercizi commerciali e artigianali - aggiunge Teresa Bellanova - vivono un momento di crisi molto dura, nonostante questo continuano a lottare, facendo enormi sacrifici pur di svolgere la propria attività.  Ritengo sia doveroso essere dalla parte di chi non si piega alla criminalità, ecco perché appena rientrerò da Roma sarà mia cura recarmi presso il Bar Paisiello per avere un colloquio con queste persone e per trasmettere un chiaro segnale di vicinanza a tutti coloro che combattono per affermare la cultura della legalità. Nel frattempo - conclude - mi adopererò per chiedere agli organi preposti notizie, aggiornamenti e sviluppi in merito”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo attentato al Bar Paisiello, fiamme su ingresso laterale e pedana del gazebo

LeccePrima è in caricamento