Danni alla struttura durante la gestione del ristorante, condannata 23enne

In ter erano finiti a processo dopo la denuncia del proprietario del locale, anche per essersi appropriati di alcuni beni

LECCE – Si è conclusa con una condanna e due assoluzioni la vicenda giudiziaria legata alla gestione di un ristorante a Lizzanello. A giudizio erano finiti Michela Carafa, 23enne originaria di Sassuolo; Francesco Personè, 41enne di Nardò e Lorenzo Nobile, 33 anni, per i reati di appropriazione indebita e danneggiamento aggravato. I tre imputati erano stati denunciati dal proprietario del locale. In particolare, gli imputati, in periodi diversi, avevano assunto la gestione del locale, cagionando allo stesso numerosi danni e appropriandosi di beni appartenenti al proprietario dell'immobile.

Il giudice monocratico del Tribunale di Lecce, Annalisa De Benedictis, ha condannato Carafa a un anno di reclusione e 500 euro di multa, oltre al pagamento delle spese processuali e al risarcimento dei danni da quantificare in separa sede. Assoluzione piena, invece, per non aver commesso il fatto, per Nobile (assistito dall’avvocato Rita Ciccarese, e Personè (assistito dall’avvocato Pierpaolo Personè).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario dell’immobile si era costituito parte civile con l’avvocato Francesco Dragone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento