Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Pioggia e fiamme: emergenze in tutto il Salento. A Cutrofiano cadono calcinacci dalla chiesa

Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco: sia per il maltempo, sia per il fuoco che ha colpito le sterpaglie. I danni più gravi nella zona di Galatina

Foto di repertorio

LECCE  - La furia degli elementi si scatena sul Salento. Diversi i centri del Tacco che, nel corso delle ultime ore, sono stati colpiti sia dalle fiamme, sia dalla pioggia copiosa. I danni maggiori sono stati registrati a Cutrofiano, dove il maltempo si è abbattuto sulla chiesa madre: la potenza delle gocce d’acqua ha provocato un’altra pioggia, questa volta di pietre. I calcinacci sono infatti caduti sull’asfalto, dopo essersi staccati dalla facciata dal luogo di culto intitolato, ironia della sorte, alla Madonna della Neve. Un episodio simile a quello avvenuto, a fine febbraio, a Copertino: anche in quell'occasione, le violente raffiche di vento staccarono il braccio di una statua, quella raffigurante la Madonna, posta sul tetto della chiesa della Madonna del Rosario.A tamponare la situazione, ed evitare che ulteriori conseguenze potessero anche coinvolgere pedoni e autovetture, sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale, impegnati su più fronti in tutto il territorio.

A Galatina, per esempio, non è andata diversamente. Acqua e grandine hanno allagato le strade, facendo straripare i tombini, e scantinati. Situazione che si è poi ribadita, inevitabilmente, anche nei comuni del circondario, come Sogliano Cavour. Ma diverse altre telefonate di emergenza, giunte alla sala operativa del 115, hanno richiesto numerosi interventi anche a Veglie, un altro dei comuni maggiormente colpiti. Su Facebook non sono mancate, come spesso accade nei casi di forti ondate di maltempo, immagini ironiche, polemiche e denunce. C’è chi ha indossato le pinne e chi, sarcasticamente, si è accomodato all’interno di una canoa, con tanto di remi. E veleggiato, galleggiando, per le vie del paese come se si trattasse dei canali veneziani.

A Lecce, per finire, a risentirne è stato soprattutto il traffico: paralizzato all’altezza degli incroci, soprattutto per il fatto che la pioggia è coincisa con l’ora di punta. In altri luoghi, però, soprattutto sul versante del basso Adriatico, come Santa Cesarea Terme e altre località marine, a creare seri problemi è stato il fuoco. Diversi gli incendi, attecchiti soprattutto ai danni di sterpaglie sul ciglio delle strade o nelle pinete del litorale, hanno invaso il cielo di fumo, e richiamato sul posto i pompieri. Impegnati dalla tarda mattinata  con tutti i mezzi possibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioggia e fiamme: emergenze in tutto il Salento. A Cutrofiano cadono calcinacci dalla chiesa

LeccePrima è in caricamento