Lancio di pietre e parole offensive contro un carabiniere: notificato il Daspo

Al termine della partita contro il Matino del 31 marzo scorso due tifosi diedero vita a intemperanze per le quali erano stati già denunciati

BAGNOLO DEL SALENTO – Un provvedimento di Daspo per due anni è stato notificato a due persone residenti a Bagnolo del Salento, già denunciate dopo quanto accaduto al termine della partita del 31 marzo scorso tra Polisportiva Bagnolo e Virtus Matino, valevole per il campionato di Seconda Categoria.

A.E.N. di 27 anni e G.V. di 37 erano stati deferiti per oltraggio a pubblico ufficiale, inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, lancio di materiale pericoloso e per non aver rispettato le norme sulla correttezza e sicurezza nello svolgimento delle manifestazioni sportive.

Al termine del match i due avevano ignorato l’indicazione per il pubblico di casa di attendere il deflusso dei tifosi ospiti prima di lasciare l’impianto. Hanno dunque forzato una porta d’uscita e rivolto parole ingiuriose nei confronti ad un gruppo di sostenitori del Matino che stavano andando via. Il 37enne avrebbe anche scagliato una pietra, fatto che ha provocato la reazione degli ospiti. Il più giovane, invece, si rivolgeva con parole offensive nei confronti di un carabiniere della locale stazione intervenuto per redarguirlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento