Davanti alla scuola rapina l'ex moglie: inseguito e arrestato

E' successo in mattinata a Copertino. Già ieri sera sembra che lui avesse tentato un approccio, pur pendendo un divieto di avvicinamento. Sottratta la borsa, è fuggito. Ma per poco

COPERTINO – S’è presentato questa mattina davanti all'istituto "Giovanni Falcone" del rione Gelsi di Copertino. Forse, è stato l’ultimo tentativo di un approccio con l’ex consorte, magari per il classico chiarimento al quale lei non intendeva sottostare, tanto più che su di lui pende un misura pre cautelare dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare con divieto di avvicinarsi ai luoghi da lei frequentati, a causa di minacce, ingiurie e maltrattamenti.

Certo è che la vicenda è degenerata ben presto, tanto da sfociare in quella che è stata classificata come rapina vera e propria, tanto da condurre ben presto all’arresto all’uomo. Ad ammanettarlo, dopo le ricerche estese in tutta la zona, sono stati i carabinieri. Fuggito verso la litoranea, è stato rintracciato sulla strada per la marina di Sant’Isidoro.  

Sembra che l’ex marito, già ieri sera, si sia presentato davanti al portone dell’abitazione della donna, per essere, però, respinto. Una situazione che potrebbe averlo spinto a recarsi questa mattina davanti alle scuole, dove la lei stava portando il figlio.

La scena non è passata inosservata. Erano le 8,30 del mattino e c’erano molte persone, a quell’ora, in giro. Stando alle prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe giunto sul posto con la sua automobile, per poi uscirne e avvicinarsi a quella della donna imprecando ad alta voce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarebbe arrivato, quindi, a spalancare lo sportello del lato del passeggero, per poi letteralmente sottrarle la borsa con documenti personali e soldi. Infine, si sarebbe allontanato, risalendo in auto e ripartendo a tutta velocità. Nel frattempo, però, erano stati già chiamati i carabinieri, che, anche sulla scorta delle indicazioni, si sono messi sulle tracce dell’uomo. Il suo veicolo è stato rintracciato poco dopo verso Sant’Isidoro. Condotto in caserma, è finito in arresto. Ora si trova ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento