Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

DE GIUSEPPE: "LA MIA PROPOSTA PER UNA GRANDE TRICASE"

L'imprenditore candidato sindaco è l'outsider della competizione: nel suo programma Pug, il rilancio della città e la riduzione dei costi della politica

De Giuseppe.

È considerato da più parti il grande outsider della corsa a tre per la poltrona di primo cittadino tricasino: l'imprenditore Alfredo De Giuseppe, col suo ambizioso progetto politico, nato dal movimento Pes, ha acquistato nel tempo il consenso di fette ampie di elettorato. È il candidato, che più di tutti sta variando i metodi di comunicazione elettorale, pescando nei programmi televisivi giovanili e puntando sul rapporto costante con l'informazione, attraverso la creazione di un blog molto frequentato; non è un caso che alle sue liste i più interessati appaiono appunto i giovani. L'irruenza del suo ingresso nella competizione elettorale ha un po' spiazzato il lineare scontro centro destra contro centro sinistra. Sarà la sorpresa di queste votazioni? La risposta arriverà dalle urne, dove comunque appare certo che se avrà un buon risultato, ma non dovesse risultare vincitore, De Giuseppe potrebbe essere l'ago della bilancia in un eventuale ballottaggio.

Il suo programma in breve: approvare il Pug entro 24 mesi dall'insediamento della nuova amministrazione in linea con le direttive in materia della Regione Puglia; nel caso, si "bucasse l'obiettivo", De Giuseppe annuncia le dimissioni di sindaco e giunta; il candidato sindaco punta, inoltre, a razionalizzare l'apparato amministrativo, con il riordino logistico delle sedi concentrate il più possibile nel Palazzo Gallone (biblioteca, vigili urbani, assistenza sociale, ufficio tecnico, ecc) e con la informatizzazione e messa in rete dei servizi; altri punti fondamentali sono la rivalutazione del centro storico e delle periferie urbane, il miglioramento del flusso del traffico, con una serie di interventi sensibili all'aspetto ecologico; De Giuseppe pone anche le questioni del piano energetico (con l'installazione di pannelli fotovoltaici su tutti gli edifici pubblici), quello della realizzazione di un parco pubblico fra Acait e Zona Lama, della centralità delle frazioni, della qualità di una rete di servizi sociali attenti alla popolazione, in primis, alle fasce più deboli. De Giuseppe propone di chiudere l'esperienza dell'attuale Unione dei comuni, collegandosi invece immediatamente con Specchia e Tiggiano (i due comuni più vicini alla città), e sottolinea l'importanza di ridurre al minimo i costi della politica, con la rinuncia all'indennizzo da parte del sindaco e degli assessori (questi ultimi scelti "in base alla competenza e fuori dalla logica eletti/non eletti").

De Giuseppe indica ancora che "i finanziamenti necessari alla realizzazione del programma vanno reperiti attraverso economie di gestione" e che "dalla piena attuazione dei punti precedenti dipenderanno il lavoro e l'occupazione: non più un'occupazione promessa su basi clientelari ma fondata sullo sviluppo che parte dalle micro attività, dall'agroalimentare, dai commerci, dai locali di intrattenimento e per la ristorazione, dall'accoglienza turistica alle attività artistiche/culturali, magari sviluppate in forme associative o meglio ancora in società di capitali". Un ultimo punto, De Giuseppe lo riserva alla famosa questione del "confronto pubblico": nei giorni scorsi, il suo nome era stato indicato tra i "rinunciatari". In realtà, De Giuseppe chiarisce: "Non ho mai avuto dubbi o paura nell'affrontare un confronto con gli altri candidati sindaci; ho sempre detto agli organizzatori di assicurarsi l'adesione dei tre candidati, perchè l'incontro avrebbe avuto un senso con la presenza di tutti e tre i sindaci, al fine di evitare che se ne avvantaggiasse proprio l'eventuale assente. Alle ore 18,30 di lunedì 7 aprile mi consegnavano un comunicato dell'associazione la Culonna con il quale si annullava l'evento per sopravvenuti impegni del candidato Musarò, che aveva a sua volta scritto all'associazione scusandosi per gli impegni non più rinviabili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DE GIUSEPPE: "LA MIA PROPOSTA PER UNA GRANDE TRICASE"

LeccePrima è in caricamento