Accusa un malore durante la partita di calcetto. Muore un poliziotto

La tragedia è avenuta intorno alle 22,30, a Villa Convento. La vittima, un agente di 41 anni, impiegato presso l'ufficio Immigrazione della questura leccese, si è accasciato al suolo davanati ai compagni di gioco. Vani i tentativi di rianimarlo: il suo cuore ha cessato di battere. Sul posto, 118 e i poliziotti delle volanti

Repertorio.

VILLA CONVENTO (Lecce) - L'immancabile appuntamento con la partita di calcetto. Una delle tante, di quelle infrasettimanali. Poi la tragedia. Un poliziotto salentino di 41 anni, Claudio Capone, è morto in serata, mentre si stava svolgendo un match tra amici, in un centro sportivo di Villa Convento. L'agente, impiegato nell'ufficio Immigrazione della questura leccese, si è accasciato per terra, davanti agli occhi esterrefatti dei compagni di gioco.

La richiesta di soccorso è partita intorno alle 22,30. La struttura è stata immediatamente raggiunta dai sanitari del 118, e dagli stessi colleghi della vittima, a bordo delle volanti. A nulla sono valsi i numerosi tentativi di rianimare il 41enne: il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Il cuore del poliziotto, infatti, aveva ormai cessato di battere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' toccato agli stessi uomini in divisa comunicare l'accaduto ai famigliari dell'uomo. Una famiglia straziata da dolore, che non troverà una logica a quanto accaduto. Nè una risposta. Non è, infatti, ancora dato conoscere che cosa sia successo sul campo, mentre si disputava la partita. La vittima potrebbe essere stata stroncata da un infarto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento