Covid 19, muore postino di Monteroni. Nel Salento altri quindici contagiati

Crescita stabile della curva epidemica secondo i dati di protezione civile e Regione: in provincia di Lecce 103 i casi positivi e sale a nove il bilancio dei decessi. In Puglia i contagiati arrivano a 675

LECCE - Un 58enne deceduto nelle ultime ore, un postino originario di Monteroni risultato positivo nei giorni scorsi al tampone e ricoverato nel reparto di terapia intensiva del Vito Fazzi, mentre crescono ancora i numeri relativi ai casi accertati di contagio da Covid 19 in provincia di Lecce che, secondo i dati in possesso e comunicati dalla protezione civile e dalla Regione Puglia nell’aggiornamento quotidiano, raggiungono ora i 103 in totale. Agli 88 rilevati nel bollettino epidemiologico della serata di ieri del dipartimento di promozione della salute, se ne sono aggiunti quindi altri quindici.

Tra i nuovi contagiati nella provincia c'è una donna di Maglie che, già in quarantena da più di venti giorni, insieme al marito, dopo aver accusato i primi sintomi riconducibili al virus, si era sottoposta al tampone. A dare la notizia, invece, del primo contagio a Castrì di Lecce, è stato il sindaco Andrea De Pascali: si tratta anche in questo caso di una donna e anche lei, dopo le prime avvisaglie, si era messa in isolamento facendo richiesta di eseguire il tampone. Messi in quarantena dall’autorità sanitaria anche i suoi familiari. Anche a Squinzano il sindaco Gianni Marra ha fornito due dati ufficiosi: la comandante dei vigili (moglie del comandante della polizia locale di Brindisi, Antonio Orefice risultato positivo nei giorni scorsi) è risultata negativa, mentre un nuovo caso positivo sarebbe stato registrato in città e sarebbe già stato comunicato dalla Asl al primo cittadino.

Novità in serata sono giunte anche sulla controversa questione di Gallipoli dove sino a poche ore addietro erano due i casi di positività accertata: una donna, tecnico di laboratorio in servizio presso l’ospedale di Copertino e il marito, infermiere del reparto di Medicina del Sacro Cuore di Gesù, già da diversi giorni a casa per malattia. Degli oltre venti tamponi effettuati nella giornata di ieri al personale medico e sanitario dell’ospedale gallipolino, due sono risultati positivi, mentre per un terzo, con esito dubbio, si provvederà ad effettuare un nuovo riscontro nelle prossime ore. Nella mattinata di oggi sono proseguiti gli accertamenti con l’esecuzione di altri tamponi, mentre alcuni infermieri, soprattutto del reparto di Medicina, sono stati messi in quarantena precauzionale. Al momento sono 4 i casi di positività accertati nella città bella (tre residenti a Gallipoli e un operatore sanitario che lavora nell'ospedale cittadino, ma non risiede nella città bella) e da parte dei sindacati e del consigliere regionale Antonio Trevisi, già dopo il primo caso accertato, era stata richiesta la sanificazione degli ambienti del nosocomio e l’effettuazione  dei tamponi a tutto il personale per garantire la sicurezza. Anche il sindaco Stefano Minerva ha richiesto contezza al direttore generale della Asl, Rodolfo Rollo, e al direttore sanitario del Sacro Cuore, Egidio Dell’Angelo Custode, su quali misure sono state poste in essere per garantire la sicurezza del personale e dei pazienti ricoverati.

Sono stati in totale 94 casi i nuovi casi di contagio da coronavirus rilevati in tutta la Puglia e ci sono stati anche quattro decessi: uno nella provincia di Bari, uno nella provincia di Brindisi, uno in quella di Foggia e il postino di Monteroni. Quest’ultimo non rientra ancora nella comunicazione dell’aggiornamento serale il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni rese dal direttore del dipartimento promozione della salute, Vito Montanaro e della protezione civile.

Il dato complessivo invece riporta che sono stati effettuati complessivamente 828 test in tutta la regione per l'infezione da Covid-19 e di questi 734 sono risultati negativi e 94, come detto, sono i positivi. Il bilancio complessivo conta 194 casi positivi nella provincia di Bari, 32 nella Bat, 94 a Brindisi, 190 a Foggia, 35 a Taranto e 103 nella provincia di Lecce.

Dall'inizio dell'emergenza in Puglia sono stati effettuati 5.617 test e salgono ora a 675 i casi positivi registrati su scala regionale e 30 sono state sino ad ora le persone decedute. I dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti dei soggetti risultati positivi. Anche oggi la crescita della curva relativa al numero dei contagiati sembra essere in linea con le previsioni epidemiologiche relative alla Puglia con casi di contagio destinati a crescere in attesa del picco di diffusione previsto nei prossimi giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Torna su
LeccePrima è in caricamento