Degrado e rischio sicurezza, i sindacati dei pompieri lanciano l'allarme

Risale alla metà del secolo scorso l'edificio di viale Grassi. Per Conapo, Uil Pa e Confsal è da valutare l'ipotesi di costruire una nuova sede

L'ingresso del comando provinciale dei vigili del fuoco.

LECCE – La sede del comando provinciale dei vigili del fuoco è in stato di degrado e i parziali lavori di riqualificazione non sembrano sufficienti a invertire la rotta. Le segreterie provinciale di Conapo, Uil Pa e Confsal, in un comunicato congiunto, hanno espresso tutta la loro preoccupazione, proclamando al contempo lo stato di agitazione dei pompieri.

“Ovunque fessurazioni, distacchi di intonaco e pilastri, con armatura in ferro in bella vista – scrivono a proposito dell’edificio di viale Grassi, risalente agli anni Cinquanta -. I lavori di ripristino dei solai pericolanti, sono iniziati ma, quanta sicurezza può offrire un solaio rifatto, giacente su pilastri che manifestano segni, di possibili cedimenti strutturali”?

Alessandro De Giorgi per Uilpa Vvf, Giancarlo capoccia per Conapo, e Tommaso Pisaò per Confsal fanno presente anche l’inadeguatezza della sede a contenere mezze e uomini secondo l’organico attuale. Dai tre la richiesta del tavolo obbligatorio di conciliazione presso la prefettura di Lecce: “Resteremo in stato di agitazione – assicurano - fino a quando le problematiche non verranno risolte in tempi celeri per il bene di tutti i vigili del fuoco”.

Le organizzazioni sindacali ritengono sia conveniente valutare anche l’ipotesi, seguita in altre parti d’Italia, di costruire una nuova caserma. Infine, ma non meno importante la denuncia della precarietà dal punto di vista dell’igiene in tutte le sedi periferiche, “di certo incompatibili con le normative vigenti sugli ambienti di lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento